Igea, Crifò: “Attenzione al S. Pio X, ma vogliamo restare in alto”

Francesco Crifò in aggancio volante

Contro il Città di Rosolini ha siglato il gol del 2-0 prima del punto esclamativo di Di Stefano, coronando l’ennesima prestazione positiva di questa stagione. Ciccio Crifò è un punto fermo di questa Igea Virtus e la maglia giallorossa ormai la indossa come se fosse una seconda pelle.

E' festa grande al "D'Alcontres"

E’ festa grande al “D’Alcontres”

Non è certo la prima volta in stagione che la squadra di Raffaele vince e convince, facendo sembrare semplici pratiche che invece semplici non lo sono per niente, esattamente come successo nell’ultimo turno: “Non era una partita agevole, in un campionato come questo nessuna partita è già scritta e l’esempio lampante è quello che è successo alla Sicula Leonzio. Bisogna entrare in campo sempre con la giusta mentalità, senza mai pensare di avere già in tasca i tre punti altrimenti sarebbe la fine”.

A proposito di occhi aperti, la compagine igeana domenica sarà ospite del Catania S. Pio X, fresco d’impresa in casa dell’ex capolista Sicula Leonzio: “Questo è un periodo molto particolare, perché con il mercato le squadre possono cambiare radicalmente da una domenica all’altra e il S. Pio X lo conferma. Se prima avevamo rispetto a prescindere per loro, adesso ne avremo ancora di più perché vengono da un risultato prestigioso. Sono una buona squadra, l’affronteremo con la giusta cattiveria senza farci cogliere impreparati”.

Incessante il tifo dagli spalti

Incessante il tifo dagli spalti

Il campionato continua a vivere nell’incertezza, la capolista cambia da una giornata all’altra senza che si possano fare delle previsioni: “Ci sono tante ottime squadre, adesso c’è il Rocca di Caprileone che guarda tutti dall’alto ma noi siamo subito dietro. Questo dimostra come ogni partita vada giocata con attenzione e la giusta cattiveria. Noi comunque siamo lì e vogliamo restarci per regalare il sogno del ritorno in Serie D alla società e ai nostri splendidi tifosi”. A proposito di mercato Crifò giura amore eterno all’Igea: “Ormai sono qui da tre anni e mi trovo bene, non penso proprio di muovermi”.

Commenta su Facebook

commenti