Venuto: “Milazzo generoso. Vittoria cercata e dedicata a Salmeri e Frassica”

Ss MilazzoIsgrò fa festa con i compagni (foto Nino La Rosa)

Il Milazzo si è lasciato subito alle spalle l’amarezza per il gol fantasma non convalidato con la Leonfortese, superando 2-1 il RoccAcquedolcese. Il tecnico Antonio Venuto può godersi l’ennesima prova di maturità: “Una vittoria figlia del cuore e della generosità, tipiche del Milazzo. Non molliamo mai: avevamo di fronte una formazione tosta, che cercava punti. Loro erano al completo e ben messi in campo da mister Palmeri. Abbiamo meritato la vittoria per la voglia che abbiamo messo per raggiungerla, per i playoff ci manca un punto e speriamo di conquistarlo a Catania domenica”. 

Ss Milazzo

La soddisfazione di Antonio Venuto (foto Nino La Rosa)

La serie positiva prosegue da oltre un girone: “Ai ragazzi vanno fatti i complimenti, non è da tutti essere ad una giornata dalla fine del campionato quarti in classifica e con diciassette risultati utili consecutivi. Adesso è normale che ci sia anche un po’ di stanchezza, le gambe sono più pesanti e la testa si annebbia. I ragazzi hanno mostrato grande senso di appartenenza verso i colori rossoblù e abbiamo messo un altro bel mattoncino. Il Milazzo, i tifosi e la società meritano il traguardo”.

“Siamo passati in vantaggio con una bellissima azione finalizzata da Isgrò, subito dopo abbiamo subito un gol evitabile e su questo dobbiamo lavorare perché dietro si può fare meglio. Nella fase offensiva riusciamo a creare, anche se è stata una partita sporca. Nei momenti di difficoltà siamo stati bravi a non disunirci”. E poi è arrivata la seconda prodezza di Isgrò, con una conclusione al volo di rara bellezza.

Ss Milazzo

Il Milazzo celebra la doppietta di Isgrò (foto Nino La Rosa)

C’è spazio anche per due dediche non banali: “La vittoria è meritata, vogliamo dedicare il successo a Marco Salmeri, so che da lassù è felice di vedere il Milazzo giocare con il cuore. Sarà una settimana difficile, vogliamo chiudere in bellezza il nostro cammino. Vogliamo dedicare il successo anche a Giovanni Frassica per la perdita del nonno, che era anche il padre di Emanuele, che qui a Milazzo ricordiamo con grande affetto. Ad entrambi va il mio abbraccio”.

Autori

+ posts