I messinesi Argento e Augimeri abilitati come guide per atleti ciechi e ipovedenti

Argento e Augimeri col gruppo del corso Fispes

Una nuova qualifica che lo arricchisce sia a livello professionale che umano. Andrea Argento, presidente dell’AIAC di Messina, ha conseguito l’abilitazione di guida sportiva per atleti ciechi ed ipovedenti nell’atletica leggera paralimpica. Insieme a lui un altro messinese, l’atleta paralimpico Andrea Augimeri (cat. T/F 47), che ora si potrà mettere a disposizione degli altri con una disabilità diversa dalla sua.

Il testimonial Massimiliano Rosolino

Nelle specialità di corsa le guide fungono da veri e propri “accompagnatori” in pista, mentre nei lanci e nei salti “assistono” l’atleta a bordo pedana, attraverso delle tecniche particolari o dei segnali acustici. Un rapporto di collaborazione strettissimo, basato sulla fiducia reciproca e su un grande sensibilità, che va ben al di là dello svolgimento di allenamenti, stage e gare. Argento e Augimeri, tesserati per la Pol. Fc Contesse del presidente Domenico Restuccia, sono le prime due guide abilitate non soltanto per Messina ma anche nell’intera Sicilia, dopo essere stati tra i 40 partecipanti al corso tenutosi il 20 e 21 ottobre presso il Centro Paralimpico “Tre Fontane” di Roma. Testimonial il campione di nuoto Massimiliano Rosolino. Una full immersion durata due giorni, tra la parte teorica in aula e quella pratica sul campo, con tanto di esame finale.19:02 26/10/2018.

Le prove pratiche in pista

I due messinesi hanno avuto la possibilità di confrontarsi con medici classificatori, psicologi e lo staff tecnico della Nazionale di atletica leggera Fispes, seguendo gli allenamenti di Assunta Legnante (oro alle Paralimpiadi nel getto del peso e primatista mondiale cat. T11), Maria Ligorio (primatista italiana dei 100 e 200 metri cat. T11) e le rispettive guide. “E’ stata un’esperienza con formatori di alto livello nello sport con disabilità” commenta Andrea Argento. “Abbiamo avuto modo di seguire le lezioni dei docenti Mario Poletti e Nadia Checchini, i due tecnici principali della Fispes, per la parte medica del dott. Luigi Di Salvia, della psicologa dello sport, Sarah Corazzi e del segretario Marco Pastore, il quale ci ha spiegato la parte giuridica. Inoltre abbiamo avuto un testimonial del calibro di Massimiliano Rosolino e un’atleta come Assunta Legnante, che da normodotata ha fatto delle finali importanti e dopo aver perso la vista nel 2012 è diventata campionessa mondiale paralimpica nel getto del peso”.

“La nostra volontà – sottolinea Andrea Argento guardando agli obiettivi futuri – è quella di promuovere l’atletica leggera per gli atleti ciechi ed ipovedenti anche nel nostro territorio. Con Andrea Augimeri e gli atleti messinesi stiamo programmando la prossima stagione sia per quanto riguarda il calcio che l’atletica leggera. A novembre è previsto un raduno con la Nazionale di calcio, poi a partire dai primi mesi del 2019 scatterà la stagione indoor di atletica leggera che ci porterà ai campionati italiani”.

Commenta su Facebook

commenti