I Kings Messina ben figurano all’esordio nel campionato Under 16

Antonio Todaro © 2014 - Rita Foldi www.ritafoldi.com

I piccoli leoni messinesi sprecano un po’ troppo e  tornano da  Napoli solo con un punto. Il tanto atteso momento per l’Under 16 dei Kings è finalmente arrivato, domenica scorsa i siciliani hanno fatto il loro esordio nel campionato di categoria. La formazione bianco-verde era impegnata contro i pari età dei Panthers Velletri, dei Mammuth Roma, dei Blue Tigers Napoli e della Cv Skating di Civitavecchia.

Il ghiaccio viene rotto con i più quotati Phanthers, la compagine laziale aveva impressionato nella passata stagione per la forza dirompente delle sue atlete, per la maggior parte il team è costituito da ragazze, che avevano raccolto due larghe vittorie contro i messinesi, questa volta il copione sembra diverso. Fin dalle prime battute il match sembra equilibrato anche se il Velletri si rende pericoloso in molte occasioni i Kings si difendono e cercano di ripartire. Purtroppo le disattenzioni portano a chiudere il primo tempo con un parziale di 3-0 in favore dei laziali, che diventerà un 4-0 definitivo al termine dei 30 minuti di gioco. Certamente una sconfitta onorevole che non ha nulla a che vedere con le disfatte dello scorso campionato e che quindi fa ben sperare per le successive partite.

Antonio Todaro © 2014 - Rita Foldi www.ritafoldi.com

Antonio Todaro © 2014 – Rita Foldi www.ritafoldi.com

La seconda partita vede come avversario i Mammuth Roma, capolista del girone. La squadra della capitale si presenta all’appuntamento con parecchie defezioni e con un roster davvero ristretto, questo illude il Messina che gioca bene sin dalle prime battute e si porta in vantaggio al 3′ con il capitano Francesco Todaro. I romani si rendono pericolosi in molte occasioni ma la retroguardia compatta del Messina difende bene almeno fino al 20′ quando si fa raggiungere dalla rete di Zolovkins L.. Il pareggio subito colpisce psicologicamente i siciliani che capitolano nuovamente dopo appena 3′, questa volta goal di Janus per il definitivo 2-1 per un Roma sempre più in testa al girone.

Dopo una partita di under 14 ed il giusto riposo si scende nuovamente in pista per le ultime due gare in programma. I padroni di casa dei Blue Tigers vogliono vendicare la sconfitta di un anno fa e schierano in campo la squadra al completo. La partita è giocata a viso aperto da entrambe le formazioni, con continui capovolgimenti di fronte, al 2′ passano in vantaggio per primi i napoletani con Alessandro Calabrese che realizzerà altre due reti per i suoi. I Kings si troveranno ad inseguire i campani per tutta la partita, i goal saranno di Todaro, Rozzato Vittorio e sul finire dell’incontro del neo acquisto, proveniente dal Catania Flames, Tiziano Toscano autore del pareggio finale. La partita è stata equilibrata anche dal punto di vista delle espulsioni temporanee, tre per parte, ma peseranno sul risultato finale i 10′ di penalità assegnati al capitano del Messina.

Francesco Todaro © 2014 - Rita Foldi www.ritafoldi.com

Francesco Todaro © 2014 – Rita Foldi www.ritafoldi.com

Il Civitavechia nell’ultima gara della giornata si aspettava di trovare un avversario provato dalla lunga giornata di hockey, invece si è trovata davanti un gruppo di atleti agguerrito che ha dato battaglia fino alla fine, purtroppo un errore grave in fase difensiva ed un po’ di disattenzione hanno propiziato il risultato finale di 6-4 per i laziali con un Mazzarani incontenibile, autore di ben 5 reti dei suoi, e con le reti di Toscano, Forganni, Rozzato e nuovamente Toscano, per i siciliani.

Lo staff tecnico dei Kings non nasconde la propria soddisfazione al termine delle gare: “Non ci aspettavamo una reazione così positiva del gruppo. Alcuni ragazzi erano all’esordio assoluto e temevamo un divario ancora troppo grande con le altre squadre”. Antonio Giordano, tecnico dei Kings, aggiunge: “Certo visto come abbiamo giocato abbiamo del rammarico per la partita persa contro i Mammuth, praticamente compromessa nei minuti finali, e anche per il pareggio con il Napoli e per la sconfitta di misura con il Civitavecchia. Diciamo che realisticamente, con il senno di poi, saremmo potuti tornare a Messina con almeno 7 punti in classifica ed invece ci dobbiamo accontentare d 1 punto e delle note positive che abbiamo visto. Non ci resta che lavorare ancora con più intensità per il ritorno del 30 Marzo prossimo”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti