Grassadonia: “Possiamo fare ancora meglio. Dobbiamo acquistare in personalità”

Il tecnico Gianluca Grassadonia

Da Bortolo Mutti a Gianluca Grassadonia. Il Messina riassapora il gusto di vincere un derby al “Granillo” ed il tecnico giallorosso entra di diritto nella storia. La prima dedica è per gli straordinari sostenitori del Messina: “Siamo contenti per i nostri tifosi, abbiamo regalato loro una grande gioia. Per noi è stata una bella emozione, ci hanno scortati prima del match, facendoci sentire la loro vicinanza. In campo abbiamo fornito una prestazione di grande voglia e compattezza, ma sappiamo in cosa occorre migliorare per diventare squadra”.

Grassadonia si sgola in panchina

Grassadonia si sgola in panchina

La rete da cineteca di Orlando, un suo pupillo, che ha voluto fortemente a Messina, non lo ha stupito: “E’ con me da cinque anni, conosce a memoria le situazioni tattiche. Il gol ? Non l’ho visto bene, nell’azione ero impallato da un avversario. Questa vittoria, comunque, deve servirci da monito per fare ancora meglio. La Reggina ha disputato una buona partita e meritava forse il vantaggio nel primo tempo. Hanno tutti elementi brevilinei davanti, come Viola, Di Michele e Insigne, ed erano più freschi di noi, ma siamo stati bravi a non farci schiacciare. Dobbiamo acquistare, però, in personalità ed alzare il baricentro in campo”.

Quando vedremo il miglior Bjelanovic ? “Arriverà quel momento, come lo sarà per tutti. Abbiamo bisogno di lavorare ed anche di queste vittorie, utili a far accrescere l’autostima. Occorre però archiviare al più presto questa gara. Certi automatismi li troveremo con un po’ di tempo a disposizione, servono allenamenti e partite, per far amalgamare il gruppo. Questa è la partita che volevamo fare questa sera e l’abbiamo fatta”.

Commenta su Facebook

commenti