Grassadonia: “Gruppo che non molla mai. Godiamoci questo successo”

L'esultanza di Orlando per la seconda rete in due derby

Gianluca Grassadonia come Bortolo Mutti. Due derby su due vinti in un campionato contro la Reggina. Il tecnico giallorosso non fa trasparire l’emozione e compie una lucida analisi del match: “E’ stata una partita difficile, nella quale siamo stati bravi a soffrire giocando in maniera compatta e poi a chiuderla. Abbiamo disputato una grande gara dal punto di vista nervoso, anche perchè sapevamo quanto ci tenessero i tifosi. La gestione del match è stata ottima, i giocatori hanno dato tutto e meritano i complimenti. Qualcuno alla fine non ne aveva davvero più. Godiamoci questo success e poi penseremo al prossimo impegno”.

La concentrazione di Grassadonia (foto Maricchiolo)

La concentrazione di Grassadonia (foto Maricchiolo)

L’attenzione si sposta quindi sui singoli. Per Bortoli, utilizzato fin qui col contagocce, un derby da ricordare. Il suo gol ha infatti spianato la strada al Messina. “Marco lo aspetto da un pò. Ha delle qualità, ma deve ancora crescere. Sono particolarmente contento per lui che si è sbloccato ed ha fatto un gol importante. Inoltre la nostra classifica adesso è migliorata. L’impiego di Benvenga ? Scelgo di domenica in domenica e Alex ha bloccato bene Insigne sulla sua corsia. Ciciretti  ? Aveva fatto male a Pistoia, noi speriamo invece che possa continuare a  giocare così fino alla fine della stagione”.

Guai adesso all’eccessiva esaltazione post derby, pagata un girone fa a caro prezzo. “Dopo Reggio abbiamo raccolto poco, facendo arrabbiare i tifosi, quindi speriamo che la musica sia cambiata. A volte abbiamo peccato troppo in superficialità, perdendo in passato tanti punti sul finire. La partita col Matera (persa 0-5 ndr) fu comunque frutto di alcuni episodi, in quanto ci ritrovammo sotto in pochissimi minuti. La panchina ? Penso solo ad allenare. Al di là delle chiacchiere ogni allenatore si sente sempre in discussione. Siamo consapevoli delle difficoltà, ma oggi sono contento per i ragazzi, perchè so quello che danno. E’ un gruppo che non molla mai”.

Commenta su Facebook

commenti