Grassadonia: “Cane ha sfruttato la chance. Adesso a Salerno per divertirci”

Grassadonia

Il tecnico del Messina, Gianluca Grassadonia, può accogliere con soddisfazione il pareggio contro il Benevento. Sul primo tempo difficile, cui ha fatto seguito la grande reazione della ripresa, spiega: “Il gol ci ha condizionato. Una volta che abbiamo subìto lo 0-1 abbiamo fatto fatica. In quell’occasione sono stati sbagliati alcuni movimenti ed in barriera doveva andare un altro giocatore. La rete del Benevento è arrivata dunque su una situazione evitabile e puntualmente, come accade sempre in questo periodo abbiamo pagato, alla minima disattenzione. Loro ripartivano in maniera tremenda, ma non abbiamo mollato e prestato il fianco. All’intervallo ho detto alla squadra di crederci, di tenere il ritmo alto e i ragazzi hanno fatto bene. Il pareggio ci sta un po’ stretto alla luce di quanto prodotto nel secondo tempo. Non dimentichiamo che c’erano in campo diversi giocatori giovani. Li esorto ad insistere e a continuare così” .

Grassadonia non può non soffermarsi sull’inserimento di Cane ed è particolarmente schietto sull’ex crotonese: “Marco ha sfruttato a pieno la chance. E’ un giocatore che ha forza fisica, ma fino a questo punto non mi aveva mai convinto, perchè deve imparare a gestire i tempi. Ha fatto una signora partita, spero mantenga questa applicazione, soprattutto in fase difensiva, l’aspetto nel quale deve maggiormente crescere. Bjelanovic lo aspettiamo da tempo, sappiamo che darà quel supporto in più, ora sta migliorando la condizione fisica. Mi aspetto tanto da quelli che ci sono e da quelli che arriveranno”.

Tanti, dunque, i segnali positivi, anche in vista del prossimo proibitivo impegno. “Possiamo giocarcela per vincere anche a Salerno, all’Arechi ci sarà l’occasione per divertirsi. Nella ripresa ho messo Bonanno per Izzillo perché volevo vincerla e Nicolas aveva speso tanto. Tommaso è entrato bene nel match, mi dispiace non abbia fatto gol. Se avessimo avuto da subito l’atteggiamento aggressivo della seconda parte li avremmo messi in difficoltà, perché il Benevento crea ma allo stesso tempo concede tanto. La partita era stata preparata bene, con questo risultato semi-positivo i ragazzi possono credere in quello che fanno”.

Commenta su Facebook

commenti