Il nuovo girone I col Messina alla finestra. Acireale, Cittanovese e Roccella in odor di ripescaggio

Pietro SciottoPietro Sciotto ai microfoni dei cronisti (foto Giovanni Chillemi)

Una bozza del girone I di Serie D c’è già e – stavolta – le siciliane tornano a fare la voce grossa nel massimo campionato dilettantistico (vedi IN BASSO). Dopo tre anni consecutivi in cui sono state proprio le isolane a guadagnare lo scettro di vincente del campionato e volare in Lega Pro (nell’ordine Akragas, Siracusa e Sicula Leonzio), cresce e non poco la delegazione della Sicilia nella quarta serie nazionale, con la novità non da poco che riguarda il nuovo Messina, quello che sta nascendo con la benedizione del sindaco Renato Accorinti e del presidente in pectore Pietro Sciotto. Ma ad ogni modo, nella stagione 2017/18, saranno almeno sette le formazioni ai nastri di partenza del girone che comprende anche Calabria e Campania, pur in attesa di possibili ripescaggi che – tra luglio ed agosto – possano rimpolpare l’organico di Lega Pro e di società che lascino l’Eccellenza per il campionato interregionale.

L’Acireale sale al quinto posto nella classifica per il ripescaggio

Intanto, è scoccato anche il termine alle domande di iscrizione per le aventi diritto, che ha fatto registrare un più che positivo risultato con soli 5 forfait in tutta Italia e 157 ammissioni in prima battuta: nessuna società del girone I ha inviato nota di rinuncia, seppure si siano defilati a tempo scaduto Folgore Selinunte e Gladiator, che non completeranno la procedura d’ammissione decadendo d’ufficio. 
Aggiungendo a questo dato le cinque rinunce alla Serie C salirebbero allora a dieci, se non a dodici i posti ad oggi disponibili nell’organico di quarta serie, con una graduatoria già diffusa dal Dipartimento Interregionale che scioglie ulteriori dubbi in attesa dell’effettiva attuazione dei ripescaggi. Secondo questa prima classifica rientrerebbero infatti a pieno titolo nel prossimo organico di Serie D  Acireale, Roccella e Cittanovese, da aggiungere per l’appunto all’iscrizione in sovrannumero di un nuovo ACR Messina di cui si discute in queste ore a Palazzo Zanca. Per la Serie C, invece, lavorano alla domanda di ripescaggio Rende, Cavese ed una Vibonese che tenta anche le vie legali, con il primo sodalizio che è però in forte vantaggio sugli altri due per prendere il posto lasciato vuoto dall’ACR non iscritta dal presidente Franco Proto.

Proponiamo dunque, di seguito, la bozza del girone I di Serie D per un totale di 19 formazioni, che tenendo in conto ripescaggi in entrata ed in uscita vedrebbe la migrazione nel girone H di alcune formazioni campane rispetto allo scorso campionato:
ACIREALE (quinta in classifica ripescaggio)
A.C.R. MESSINA (iscritta in soprannumero)
AVERSA NORMANNA
CITTA’ DI GRAGNANO
CITTANOVESE (settima in classifica ripescaggio)

GELA
GELBISON
EBOLITANA (neopromossa)
IGEA VIRTUS
ISOLA CAPO RIZZUTO (neopromossa)
PACECO (neopromossa)
PALAZZOLO (neopromossa)
POMIGLIANO
PALMESE
POL. SARNESE
ROCCELLA (sesta in classifica ripescaggio)
SANCATALDESE
TROINA (neopromossa, Coppa Italia Dilettanti)
VIBONESE (retrocessa)

 

The following two tabs change content below.
Enzo Cartaregia

Enzo Cartaregia

Cronista sportivo da sempre, in MessinaSportiva da ancor prima. Cresciuto sui campi di calcio, si dedica anche all'approfondimento ed alla pallacanestro

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva