Gioveni: “Inopportuna la sosta a pagamento per i tifosi. Il Comune ci ripensi”

file stadioFile all'ingresso della Curva Sud

“L’introduzione della sosta a pagamento nei parcheggi adiacenti lo stadio di San Filippo in questo momento storico suona da parte dell’Amministrazione come un voler mettere il classico dito nella piaga”. Il consigliere comunale e capogruppo di Fratelli d’Italia Libero Gioveni, che è anche presidente della Commissione viabilità e traporti, contesta la decisione presa da Atm e Amministrazione di aver voluto introdurre un balzello per i tifosi e sportivi messinesi.

Libero Gioveni

Il consigliere comunale Libero Gioveni

“In questo momento il mio pensiero va non soltanto ai tifosi che per la società hanno sempre dimostrato attaccamento anche nelle categorie dilettantistiche in cui in tutti questi anni ha militato – afferma Gioveni – ma anche e soprattutto agli sportivi in genere, che magari in questi anni sono stati un po’ più distanti dall’Acr Messina e che, a seguito del ritorno fra i professionisti, potevano forse ritrovare quell’entusiasmo sopito e presentarsi di nuovo allo stadio”.

“Questa scelta che definisco azzardata e, proprio in questa fase storica, inopportuna – prosegue il consigliere – non può che invece far allontanare il cittadino messinese dalla squadra, stroncando sul nascere il suo entusiasmo ritrovato, anche tenendo conto di una crisi economica che per via della pandemia ha toccato tantissime famiglie”.

Atm

L’Atm ha previsto due fasce di prezzo per i parcheggi allo stadio

“Non è questo l’atteggiamento che deve avere un’Amministrazione che vuole dimostrare di avere a cuore la rinascita del calcio messinese – insiste l’esponente di FdI – e questa ennesima decisione non fa che confermare l’idea della troppa superficialità che ha messo in campo dopo la prima delusione data ai tifosi con la disputa del derby col Palermo a Vibo Valentia per non essersi fatta trovare pronta. Auspico, quindi – conclude Gioveni – un immediato dietro-front verso la gratuità della sosta nei parcheggi attorno allo stadio, per dimostrare, forse per la prima volta, che dentro il petto del sindaco e della sua Giunta batta davvero un “cuore” giallorosso”. 

The following two tabs change content below.