https://facebook.openinapp.co/dedomenicofranco

https://facebook.openinapp.co/dedomenicofranco

Gaetano Allegra: “Stagione di forte crescita per le under del Mondo Giovane’’

Mondo Giovane U16La formazione under 16 del Mondo Giovane che ha disputato il Memorial Mirabile

 

Mondo Giovane Under 14

La squadra femminile under 14 del Mg

Sereno e rilassato, Gaetano Allegra si gode il clima di festa che da sempre accompagna il Memorial Pippo Mirabile, quest’anno giunto alla sesta edizione. L’allenatore messinese con una esperienza pluriennale in panchina alle spalle è una figura importante del progetto tecnico avviato dal Mondo Giovane nel settore femminile. Oltre a seguire dalla panchina la prima squadra (terza stagione consecutiva per lui, 1 in serie D e 2 in C) coordina tutta l’attività del settore giovanile, avvalendosi della preziosa collaborazione di Stefania Blandino. Lo abbiamo sentito per una disamina di questi mesi vissuti perennemente al lavoro in palestra con l’entusiasmo e la professionalità di quando ha iniziato a muovere da allenatore i primi passi. “Per quanto riguarda la stagione della prima squadra non posso nascondere un pizzico di delusione perché presupposti e obiettivi iniziali erano differenti, e anche la composizione della squadra ritengo fosse in grado di farci compiere un ulteriore passo in avanti rispetto a quanto fatto nello scorso torneo. Purtroppo la stagione non è andata come avremmo voluto per tante vicissitudini che a bocce ferme andremo ad analizzare con più attenzione per capirne meglio le cause”. Partiamo dal presupposto che vi sono stati diversi innesti nel roster che comportano tempi di amalgama più lunghi. Fatta questa doverosa premessa cosa non ti è piaciuto in modo particolare?. “Non è una cosa specifica ma tanti piccoli aspetti che non hanno funzionato come avrebbero dovuto. Meccanismi e situazioni all’interno della squadra che non si sono oleati abbastanza e che di fatto hanno finito con l’influire sul rendimento della squadra in campo”.

Mondo Giovane

L’under 13 del Mondo Giovane

Un discorso a parte invece va fatto per il settore giovanile che va compiendo continui piccoli passi in avanti, corroborati dai risultati. “Qui si vede una forte crescita delle nostre ragazze, molte delle quali rientrano nell’orbita delle selezioni territoriali. Quest’anno il Mondo Giovane ha disputato i campionati Under 13, Under 14 e Under 16 con un nucleo ristretto di una quindicina di atlete, chiamate ad affrontare ciascuna più tornei. Sul campo si è registrata una fortissima crescita individuale delle nostre giocatrici ma anche sotto il profilo tattico. Le palleggiatrici under 14 Arianna Santoro e Giulia Sturniolo hanno compiuto forti progressi tecnici  tanto da meritarsi l’esordio in serie C, stesso discorso per  l’under 16 Giulia Russo che dopo il debutto in prima squadra della passata stagione si è guadagnata uno spazio maggiore. Le squadre Under 14 e Under 16 si sono rese protagoniste di un bel percorso superando brillantemente la prima fase nei campionati territoriali raggiungendo i quarti di finale. Qui il cammino si è interrotto ma le sconfitte sono giunte al termine di ottime prestazioni contro compagini che sono approdate all’atto conclusivo della stagione. Ci hanno regalato delle grosse soddisfazioni sia a livello personale ma anche alla società, in quanto la loro crescita rappresenta un investimento in ottica futura”.

Arianna Santoro atleta Under 14

L’under 14 Arianna Santoro – Mondo Giovane

Guardando già alla prossima stagione vi è una ricetta per compiere un ulteriore salto di qualità. “L’obiettivo del Mondo Giovane è di valorizzare ulteriormente il settore giovanile, lo abbiamo fatto in queste ultime stagioni e continueremo a farlo anche in futuro. Se guardo il livello della pallavolo in generale sono sempre più convinto che si debba ancora più spazio ai giovani anche nei campionati regionali di serie C e serie D. Oggi vedo tante over 30 in campo in questi tornei e non credo a mio avviso che sia un aspetto positivo per la crescita del nostro movimento. Si dovrebbe dare più fiducia e attenzioni ai settori giovanili che sono poi il futuro di una società