Fumata bianca in Prefettura: il “Franco Scoglio” verrà aperto al pubblico

PrefetturaLa sede della Prefettura di Messina

Arrivano indicazioni positive dalla Prefettura, dove la Commissione di Vigilanza ha redatto il verbale successivo al sopralluogo tenutosi mercoledì scorso presso lo stadio “Franco Scoglio”. Secondo quanto è filtrato, contrariamente ai timori della vigilia, non vi saranno prescrizioni da rispettare da parte del club. Gli incartamenti presentati dall’Acr Messina, rappresentato dal direttore generale Antonio D’Arrigo, hanno accolto quindi il favore dell’organo prefettizio.

Un traguardo significativo, se si pensa alle difficoltà dell’ultimo biennio, nel quale il club di proprietà dalla famiglia Sciotto iniziò il campionato con l’impianto chiuso al pubblico. Per non parlare delle querelle tra società, Comune e Palazzo del Governo, che caratterizzarono anche la gestione di Pietro Lo Monaco.

"Franco Scoglio"

Uno scatto del “Franco Scoglio” realizzato martedì scorso

Alla riunione in Prefettura era presente anche il comandante della Polizia Municipale Lino La Rosa. Archiviate con successo le questioni strutturali, la Commissione ha affrontato invece in Questura, con l’assessore comunale allo sport Giuseppe Scattareggia e il dirigente competente, l’ingegnere Giuseppe Messina, le problematiche relative alla viabilità.

Ovvia la soddisfazione dell’assessore comunale allo sport Giuseppe Scattareggia. Spettatore interessato il Fc Messina, che potrà quindi disputare il match con il Licata con il pubblico sugli spalti. La società presieduta da Rocco Arena proverà invece nelle prossime settimane a riaprire anche il “Giovanni Celeste”, struttura di cui è concessionaria per un anno. Un traguardo ambizioso, che svariati predecessori hanno annunciato di voler perseguire, con scarsa fortuna.

Commenta su Facebook

commenti