Finisce in parità (1-1) il derby cittadino fra Juvenilia e Contesse

Una formazione del ContesseIl Contesse che ha battuto la Juvenilia nella finale playoff di terza Categoria

Inizia con un pareggio l’avventura del Fc Contesse nel campionato di Seconda Categoria. Al “Marullo” la formazione di Andrea Argento ottiene un punto nel derby cittadino con la Juvenilia che il calendario le assegnava in trasferta (ricordiamo che il Contesse gioca le sue gare interne a Bisconte). Un buon pari per i gialloblu che hanno immediatamente dovuto risalire la china per via del gol subito, come si usa dire in Argentina, “nello spogliatoio”. Infatti passano solo 20″ di gioco e la Juvenilia passa in vantaggio su una indecisione della retroguardia del Contesse che, sulla pressione di Santapaola, perde palla. Il servizio per Coluccio a centro area permette all’attaccante locale di battere un rigore in movimento che spiazza Barilà per l’1-0. L’immediata la reazione degli “ospiti” potrebbe fruttare il gol del pari. Pallone in verticale per Gismondo, da posizione favorevole l’attaccante gialloblu esalta i riflessi di Taranto che devia in angolo. La partita è subito nervosa e le trame di gioco vengono penalizzate dalle pozzanghere presenti sul terreno di gioco. E proprio una pozzanghera crea problemi a Taranto, il quale commette l’ingenuità di toccare nuovamente il pallone dopo aver calciato una rimessa dal fondo. Ne scaturisce una punizione indiretta in area per il Contesse, ma  Maniaci non capitalizza la favorevole occasione. Pochi minuti dopo è la Juvenilia a farsi vedere nuovamente in attacco: calcio di punizione dalla trequarti, la respinta corta di Barilà si trasforma involontariamente in un assist per Santapaola che immediatamente calcia ma spedisce il pallone alto sopra la traversa. Al 23′ primo cambio del Fc Contesse: Gismondo, già ammonito, mostra evidenti segni di nervosismo in campo e viene mandato anzitempo sotto la doccia dal tecnico Argento per far spazio a Miserendino. Lo stesso attaccante calcia una punizione che mette i brividi alla retroguardia della Juvenilia. Poco prima dello scadere, sugli sviluppi di un corner, ci prova Sidoti ma il pallone termina a lato. Il primo tempo si chiude con la squadra di Cannaò in vantaggio per 1-0,

Francesco Maniaci (Fc Contesse)

Francesco Maniaci (Fc Contesse)

Nella ripresa esce dagli spogliatoi un Contesse molto più determinato con Bosio in campo al posto di Caratozzolo. E’ proprio il nuovo entrato a seminare il panico tra i giocatori locali al 15′ con una sontuosa azione personale che lo libera sulla trequarti. Palla in profondità per Maniaci, la sua conclusione sul secondo palo ha poca fortuna. Intorno alla mezz’ora si fa rivedere la Juvenilia con un tiro di Sofia respinto da Barilà: libera la difesa del Contesse. Al 39′ arriva il pareggio: Maniaci, galvanizzato dall’ingresso in campo di Antonio Morsicato (fratello della mamma, per la prima volta zio e nipote insieme in campo), festeggia con una rete che sugella l’avvenimento. Ricevuta la sfera sulla tre quarti avversaria, il bomber gialloblu si porta al limite dell’area e di destro fulmina l’estremo difensore avversario per l’1-1. Il Contesse ci crede e sfiora più volte il vantaggio, prima con Barbaro che, in rovesciata mette i brividi a Taranto, poi con Lombardo che raccoglie un cross dalla destra di Billè ma spedisce di poco a lato alla sinistra di Taranto già battuto. L’ultimo tentativo, in pieno recupero è della Juvenilia, ma la conclusione di Sofia, dopo una deviazione, finisce sull’esterno della rete. Il risultato non cambia, Juvenilia e Contesse si dividono la posta, il pari può star bene ad entrambe le squadre.

Tabellino:

Juvenilia 1958 – Fc Contesse 1-1

Marcatori: 1′ p.t. Coluccio (J), 39’ s.t. Maniaci (C).

Juvenilia: Taranto, Villari, Magaudda, Bonaffini (19’ s.t. Galeani), Leardo, Postorino, Cornacchia, Sofia, Coluccio, Romeo (29’ s.t. Iacono), Santapaola (40′ s.t. Visalli). Allenatore Cannaò. A disposizione: D’Antoni, Amendolia, Ardizzone, Cannavò. Allenatore: Antonio Cannaò.

Contesse: Barilà, Augimeri, Caratozzolo (1’ s.t. Bosio), Sidoti, Rotella, Barbaro, Billè, Trimarchi, Lombardo, Maniaci, Gismondo (23′ Miserendino, 38’ s.t. Morsicato). Allenatore: Andrea Argento. A disposizione: Castellano, Maugeri, Santoro, Vinci.

Arbitro: Dario La Rosa di Messina.

Ammoniti: Villari, Leardo e Magaudda per la Juvenilia; Gismondo, Billè e Bosio per il Contesse.

Recupero: 2′ pt; 4′ st.

Calcio

Andrea Argento, allenatore del Fc Contesse

Al termine del derby, il tecnico del Contesse, Andrea Argento, appare soddisfatto dall’atteggiamento dei suoi ragazzi: “Per noi era test importante che ci serviva per capire le nostre reali condizioni. Abbiamo perso alcuni giocatori importanti e abbiamo bisogno di tempo per far inserire i nuovi arrivati. In ogni caso la risposta è stata positiva. La squadra ha reagito nel migliore dei modi allo shock iniziale del gol subito dopo pochi secondi, ma è figlio della volontà di giocare sempre il pallone e produrre un calcio propositivo. Probabilmente “spazzando” via il pallone a casaccio non avremmo preso gol, ma non è e non deve essere il nostro modo di intendere questo sport. Non ci siamo comunque persi d’animo e abbiamo saputo anche avere pazienza. Dopo aver pareggiato abbiamo provato subito a creare le condizione per portare a casa l’intera posta in palio. Non ci siamo riusciti perché la Juvenilia è una squadra che difende molto bene ed è sempre difficile fargli gol, ma l’atteggiamento è stato quello che mi aspettavo e volevo. Dobbiamo lavorare tanto per colmare alcune lacune, ma adesso ho la certezza che questa squadra potrà recitare un ruolo da protagonista anche in Seconda Categoria”

Commenta su Facebook

commenti