Ferreira (VIDEO): “Stiamo crescendo. Ai tifosi dico di non preoccuparsi”

Il portoghese nel match di Coppa Italia vinto a Lamezia
Il portoghese nel match di Coppa Italia vinto a Lamezia

Il portoghese nel match di Coppa Italia vinto a Lamezia

La trasferta di Chieti è un altro appuntamento chiave. Scottato dai due infruttuosi turni casalinghi il Messina deve provare adesso a reagire. Sbloccarsi in terra abruzzese significherebbe per la squadra di Catalano alimentare una classifica asfittica e ritrovare morale in vista del seguente impegno con l’attuale capolista Cosenza. Viceversa un nuovo passo falso spedirebbe la squadra in piena crisi.

Se in Coppa Italia, ad agosto, venne messo a segno il blitz di Lamezia, il successo lontano dal “San Filippo” in gare di campionato manca dal 14 aprile scorso, giorno del 3-2 di Torre Annunziata a spese del Savoia che di fatto spalancò ai giallorossi le porte della Lega Pro. Appena uno, maturato a Santa Croce sull’Arno contro il Tuttocuoio, il punto raccolto nelle tre partite esterne di questo tribolato avvio di stagione, praticamente una miseria. Al deficitario rendimento fuori il Messina non è riuscito a sopperire tra le mura amiche, gettando alle ortiche nei minuti finali due vittorie contro Aprilia e Poggibonsi che sembravano acquisite.

Il portoghese Pedro Miguel Costa Ferreira evidenzia comunque le note liete dell’ultima prova contro i toscani: “Stiamo crescendo sia fisicamente che dal punto di vista del gioco. Contro il Poggibonsi abbiamo fatto meglio rispetto alle uscite precedenti e andremo a Chieti per andare a caccia di un risultato positivo”.

Ferreira calcia il pallone

Ferreira calcia il pallone

L’ex Ancona, schierato nell’undici di partenza a Mili Marina nel test infrasettimanale, si candida al ritorno da titolare: “Ho avuto qualche problema non avendo smaltito i carichi di lavoro del ritiro e subendo anche un infortunio al flessore. Ora, però, mi sento abbastanza bene e sono a disposizione del mister. Col nuovo modulo, il 3-5-2, cambia ovviamente qualcosa, ma in questo momento è il più adatto alla squadra. Ognuno di noi vuole mettere in difficoltà il tecnico nelle sue scelte per cercare di essere impiegato la domenica”.

Nello scorso torneo di Serie D Ferreira fu decisivo firmando i successi in extremis contro Noto e Agropoli. In Seconda Divisione la dea bendata non è stata invece dalla parte del Messina. “Ci mancano tre o quattro punti. L’anno scorso certe partite le vincevamo all’ultimo, questa volta va diversamente. Oltre ad un pò di sfortuna abbiamo pagato anche qualche disattenzione. Ad inizio campionato sapevamo di essere inseriti tra le favorite insieme a Teramo, Cosenza, Ischia e Casertana. Neanche le due campane, comunque, sono partite bene, ma sono trascorse soltanto otto giornate e c’è tempo per recuperare terreno”.

Pedro Ferreira

Pedro Ferreira

Il recupero degli infortunati, Maiorano dovrebbe tornare disponibile per il prossimo match con il Cosenza, è nuova linfa per un Messina che punta a risalire la china. “Oltre a Stefano anche Guadalupi è stato a lungo fuori e la squadra ne ha risentito, ma siamo un bel gruppo e riusciremo a venirne fuori. E’ un peccato non avere una struttura fissa dove allenarsi e dover impiegare almeno 40 minuti per raggiungere il campo, ma al momento non c’è altra soluzione”.

Ferreira, infine, si rivolge al pubblico: “Capisco la delusione dei tifosi, ma devono stare tranquilli e sostenerci fino alla fine, costituendo il dodicesimo uomo in campo. La società, come noi, vuole i risultati. Abbiamo dunque l’appoggio della dirigenza e dobbiamo solo stare tranquilli”.

Questa l’intervista video al centrocampista del Messina Pedro Ferreira:

Commenta su Facebook

commenti