Ferrante: “A Messina una grande risalita. A Biancavilla proviamo a divertirci”

FerranteFerrante in azione con la maglia del Biancavilla

Uno dei sei ex messinesi in forza al Biancavilla è il difensore centrale Fabrizio Ferrante, grande protagonista della risalita in graduatoria firmata da Oberdan Biagioni in panchina. Nel catanese con lui anche Bonanno, Guerriera, Rabbeni, Porcaro e il ds Castorina: “Ho un bel ricordo di Messina. Sono stato lì soltanto sei mesi, ma in città mi sono ambientato al meglio e poi è stato pure sempre un onore indossare quella maglia così importante. Abbiamo raggiunto la finale di Coppa Italia e una salvezza quasi impensabile: quando siamo arrivati eravamo sul fondo della graduatoria e invece abbiamo raddrizzato un’annata buia”. 

Biancavilla

Il Biancavilla ha vinto in rimonta con il Sant’Agata

Il Biancavilla dovrà limitare i danni contro l’attacco grandi firme dell’Acr Messina: “Ovviamente conosco Arcidiacono e Catalano. Sappiamo che andiamo ad affrontare una squadra blasonata, impostata per vincere. Dovremo provare a dargli filo da torcere, anche se andiamo ad affrontare una delle migliori formazioni del campionato. Anche Acireale e Fc Messina hanno una ossatura solida e possono essere protagonisti”.

Il club catanese ha aperto la stagione superando il Sant’Agata, dopo essere andato per ben tre volte sotto nel punteggio: “È stata una partita un po’ particolare quella di domenica scorsa. Loro sono stati bravi tecnicamente a trovare dei gol importanti. Nella ripresa però li abbiamo schiacciati, creando tante palle gol, che abbiamo sfruttato, portando tre punti a casa”.

Fabrizio Ferrante

Fabrizio Ferrante, difensore del Biancavilla

Dal mercato sono arrivati peraltro tre innesti, l’ultimo l’under Leonardo Musso, ex Siracusa: Sorrentino e Rabbeni rappresentano la classica ciliegina sulla torta. L’ossatura già c’era. Il presidente è affidabile e ha salvato la società. Il direttore Castorina sappiamo come lavora e voleva creare un undici in grado di confermarsi competitivo. Anche a Messina diede una mano”.

Nell’alta classifica, al netto di tre o quattro big, potrebbe inserirsi qualche outsider: “Rispetto alle stagioni precedenti, non essendoci un Bari o un Palermo a fare da ammazza-campionato, ci sarà più equilibrato. Il Licata può essere la quarta forza, ma il torneo resta più livellato. Speriamo di fare bene: il gruppo è solido, composto da tanti ragazzi perbene e da gente con gli attributi. La salvezza va raggiunta il prima possibile, poi magari potremo divertirci”.

Fabrizio Ferrante

Fabrizio Ferrante con la maglia del Messina

Ferrante era stato protagonista in provincia anche con Tiger Brolo e soprattutto Igea Virtus: “Un gruppo forte, una bella squadra, con un allenatore bravissimo, Raffaele, che ha fatto il salto di qualità in categorie superiori a Potenza prima e ora con il Catania, in una piazza importantissima. Con lui abbiamo vinto i playoff. A Castrovillari è arrivata invece una salvezza tranquilla, nell’annata condizionata dalla sospensione per il Covid”.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva