Effe Volley S. Teresa, festa di fine stagione per 60 piccole atlete

Festa di fine stagione per le giovani promesse del mini-volley dell’Effe Santa Teresa. Nel corso dell’ultima seduta di allenamento la società ha voluto organizzare una festicciola con gare – test volte a rendere più familiare l’aria che si respira in palestra. Il corso di mini-volley, seguito durante il corso l’anno da circa 60 ragazzine è stato curato alternativamente da Fabio Coco e dalle atlete Svetla Angelova, Sara Casale e Valeria Mucciola.

Sara Casale (Effe Volley)

Sara Casale (Effe Volley)

La società ringrazia le tre giocatrici che si sono alternate in questo compito per la professionalità, per la dedizione e l’applicazione con cui si sono cimentate nel trasmettere alle giovanissime pallavoliste le nozioni basilari per avviarsi al volley. Per il prossimo anno il club santateresino ha posto tra i suoi principali obiettivi quello di potenziare i settori giovanili compatibilmente alla disponibilità delle strutture presenti sul territorio, partendo naturalmente dal mini-volley.

Il dirigente che più di altri ha seguito le giovanissime effine è Beppe Nicita, una sorta di zio che segue assiduamente le partecipanti senza perderle mai di vista. Queste le sue parole a fine stagione “Vedere queste bambine muovere i primi passi davanti ad una rete ed un pallone mi riempie il cuore di gioia. E’ la cosa più bella ogni anno ritrovarmi a seguire delle ragazzine che i loro genitori ci danno in consegna per qualche ora durante la settimana per circa otto mesi. E’ un vederle crescere sia sportivamente che nella vita di tutti i giorni, speriamo di essere dei buoni maestri nell’uno e nell’altro senso.”

Sull’argomento interviene anche una delle nuove dirigenti, Maria Grazia Allegra: “Uno dei motivi che mi ha spinto a lanciarmi in questa avventura è proprio quello di potenziare il settore giovanile e di creare una vera e propria scuola di sport, ma soprattutto una scuola di vita affinché si acquisiscano sin dalla tenera età quelle motivazioni, quella grinta e quella determinazione che saranno poi fondamentali oltre che nella pallavolo anche nell’inserimento del mondo del lavoro”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti