Ecco Daniello e Acquadro. D’Eboli: “Organico più completo per centrare la C”

Cocchino D'Eboli e Alberto AcquadroIl ds D'Eboli e il centrocampista Acquadro, possibile partente

L’Acr Messina si è assicurato due rinforzi: il difensore Gabriele Daniello, classe 2000, che in stagione ha esordito in serie C con la maglia del Piacenza, e il centrocampista Alberto Acquadro, ’96. Il primo, terzino destro, ha vissuto una stagione da protagonista in D a Licata, con ben 27 gettoni complessivi tra campionato e Coppa Italia, una rete e due assist. In carriera anche 23 gettoni in Eccellenza con la maglia del Paternò.

D'Eboli e Daniello

Cocchino D’Eboli e Gabriele Daniello

Per il secondo, l’esperienza più felice nel biennio a Venezia, dove ha vinto due campionati, di D e C, e la Coppa Italia di categoria, con 64 presenze complessive, quattro reti e tre assist. In terza serie altre due annate da protagonista, con 56 gettoni complessivi, con le maglie di Triestina e Alma Fano. L’anno scorso ha indossato invece le vesti di ispiratore, con la maglia del Pineto, collezionando in D quattro marcature e ben dieci assist.

Soddisfatti i due neo-giallorossi. Daniello ha ringraziato il direttore “per avermi portato in una piazza così importante, che già lo scorso anno era molto ambita e non merita certamente questa categoria”. Ottimista anche Acquadro: “Ringrazio la società per avermi portato qui. Speriamo in un buon proseguo di campionato”. 

Alberto Acquadro

Alberto Acquadro in azione con la maglia del Taranto

Il responsabile dell’area tecnica Cocchino D’Eboli li ha presentati alla stampa: “Daniello ha già giocato in Sicilia negli anni scorsi con le maglie di Paternò e Licata. Il direttore Vittorio Strianese mi ha parlato molto bene di questo ragazzo. Noi dovevamo coprire quella zona di campo e lui è un classe 2000 di prospettiva. Crediamo fortemente in lui poiché ha grandi qualità per il definitivo salto. Per Acquadro invece parlano i numeri. La società voleva completare l’organico per raggiungere l’obiettivo prefissatosi. È un calciatore giovane ma che già in carriera ha vinto campionati di C in piazze importanti. Per farlo arrivare qui da Taranto è servito un grosso lavoro, in considerazione che anche quella pugliese è una piazza importante e di grossa tradizione”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva