Eccellenza: La Tiger supera l’Igea Virtus con un secco 4-0

Tiger - Igea Virtus, l'esultanza dopo il terzo gol dei gialloneri

Derby di alta classifica al Comunale di Brolo, fra la capolista Tiger e l’Igea Virtus. Al big match mancano però i tifosi igeani ai quali è stata vietata la trasferta. Una festa a metà per il calcio dilettantistico della nostra provincia.

Tiger-Igea Virtus 4-0

Tiger-Igea Virtus 4-0

La Tiger si aggiudica la gara con un rotondo 4-0 che non ammette repliche da parte dei barcellonesi. La vittoria è andata meritatamente ai gialloneri di Bellinvia (sostituito in panchina da Gullà per squalifica) che adesso vedono ancor più da vicino il fatidico ed agognato traguardo. Una gara giocata in maniera impeccabile dai padroni di casa apparsi molto motivati e determinati nel raggiungere l’obiettivo. La squadra di Perdicucci non è mai stata in partita, andata sotto dopo dieci minuti ad opera dell’ivoriano Koaudio che di testa  ha messo alle spalle di Scibilia un cross di Zingales direttamente dalla bandierina. L’Igea ha subito il raddoppio cinque minuti più tardi con Biondo, imbeccato da Calabrese in versione assist-man. L’attaccante giallonero riceve al limite dell’area si gira immediatamente e con un tiro a filo d’erba mette sul palo più lontano dove Scibilia nulla può. L’uno-due ha in pratica stordito i giallorossi che non sono mai stati capaci di impensierire il giovane portiere locale D’Alessandro, il quale raramente è stato chiamato in causa.

Tiger - Igea Virtus, l'esultanza dopo il terzo gol dei gialloneri

Tiger – Igea Virtus, l’esultanza dopo il terzo gol dei gialloneri

Anche nella ripresa, quando ci si aspettava una reazione d’orgoglio dei giallorossi, sono stati i brolesi a gestire il match. Perdicucci ha cercato di ridisegnare l’assetto tattico della sua formazione, inserendo Genovese, un attaccante, per il difensore Quattrocchi, ma l’espulsione di Ravidà al 16′ ha in pratica complicato ulteriormente il quadro della situazione, costringendo il tecnico igeano a sconvolgere nuovamente la squadra con l’inserimento di Mondello per Crifò. Dopo l’espulsione, anche questa per somma di ammonizioni, comminata a Bella, sono arrivate le altre due reti che hanno fissato il risultato sul 4-0. Autori delle segnature ancora Biondo (per lui una doppietta) al 26’, che ben servito in profondità da Calabrese supera Scibilia e Messina al 40’, bravo a battere l’estremo difensore ospite con un tiro da fuori area. Un verdetto giusto per quello che si è visto in campo, la Tiger ormai è lanciata verso la promozione, l’Igea invece dovrà lottare per guadagnarsi un posto nella griglia dei play off.

Tiger-Igea Virtus 4-0. Il gol di Biondo

Tiger-Igea Virtus 4-0. Il primo gol di Biondo

Tabellino:

Tiger Brolo – Igea Virtus 4-0

Marcatori: 11’ Kouadio; 16’ Biondo; 61’ Biondo; 85’ Messina

Tiger Brolo: D’Alessandro, Perricone, Kouadio, Carrello, Pettinato, Calabrese, Lupo (28′ st Messina), Zingales, Messineo, D’Agosta (25′ st, Elamraoui) Biondo (37′ st Salerno). All. Gullà. A disp. Fagone, Di Napoli, Rametta e Grippi.

Igea Virtus: Scibilia, Pandolfo, Triolo, Mento, Ravidà, Quattrocchi (11’ st Genovese), Sgrò (33′ st Longo), D’Anna, Cannavò, Bella, Crifò (18′ st Mondello). All. Perdicucci. A disp.. Pontillo, Perdichizzi, Serraino.

Arbitro: Acanfora di Castellammare di Stabia.

Note: Espulsi per doppia ammonizione Ravidà e Bella.

Commenta su Facebook

commenti