È il laziale Riccardo Serpieri l’erede di Silvestri. Che derby con Ciciretti!

L’infortunio di Luigi Silvestri, che sarà costretto ad uno stop di circa due mesi, gli acciacchi di Enrico Pepe, il cui recupero è ancora in dubbio, e la squalifica di Errico Altobello, indisponibile per il match di domenica con il Barletta, aggravano l’emergenza difesa del Messina. Ed allora, di fronte alle legittime istanze di Gianluca Grassadonia, in grado di potere contare al momento soltanto su due centrali di ruolo, Mirko Stefani ed Alessio De Bode, il direttore sportivo Danilo Pagni si è subito attivato per reperire sul mercato un potenziale sostituto.

Dopo avere conquistato lo Scudetto "Primavera" nel 2013, il laziale Riccardo Serpieri ha subito un grave infortunio nel derby del giugno scorso con la Roma

Dopo avere conquistato lo Scudetto “Primavera” nel 2013, il laziale Riccardo Serpieri ha subito un grave infortunio nel derby del giugno scorso con la Roma

Ed il nome è davvero altisonante: i giallorossi sono pronti infatti ad assicurarsi le prestazioni di Riccardo Serpieri, difensore centrale che ha vinto recentemente lo Scudetto “Primavera” con la Lazio, meritandosi tra l’altro i gradi di capitano. Dopo il romanista Amato Ciciretti, protagonista di un esordio con i fiocchi contro il Savoia, ed il romano Manuel Mancini, arriva ancora dalla Capitale il terzo rinforzo per l’ACR.

La conferma ai microfoni di MessinaSportiva arriva direttamente da Andrea Manfredonia, che è il procuratore delle “stelle” della Salernitana Calil e Nalini ed assiste appunto i due neo-giallorossi Mancini e Serpieri: “Questa mattina Riccardo ha già raggiunto la città dello Stretto, dove lo staff tecnico del Messina avrà modo di valutarlo in vista dell’eventuale tesseramento”.

Un primo piano di Riccardo Serpieri

Un primo piano di Riccardo Serpieri

Serpieri è stato fermato infatti nel giugno scorso dalla rottura del legamento crociato anteriore, che si è procurato nel derby contro la Roma durante le Final Eight del campionato “Primavera”. Un contrattempo che vuole lasciarsi presto definitivamente alle spalle. Manfredonia ne tesse le lodi: “Si tratta sicuramente di uno dei migliori classe 1994 d’Italia e quindi può rappresentare un grande innesto per il reparto under e la retroguardia del Messina. Difensore centrale, ha vinto un anno e mezzo fa lo Scudetto con la formazione “Primavera”, mettendosi in luce come uno delle promesse del settore giovanile della Lazio. Pregustava da tempo il salto in una prima squadra e l’esordio in un campionato professionistico, che a questo punto potrebbero concretizzarsi in riva allo Stretto”.

Ancora il laziale Serpieri in azione contro la Roma. Sarà derby con il giallorosso Amato Ciciretti?

Ancora il laziale Serpieri in azione contro la Roma. Sarà derby con il giallorosso Amato Ciciretti?

Nello spogliatoio giallorosso potrebbe rinnovarsi quindi il derby capitolino con Amato Ciciretti, già prospetto di rilievo del vivaio della Roma. E considerati i trascorsi di Mancini nella Salernitana vicina al patron della Lazio, il legame tra il neo ds Danilo Pagni ed il suo ex presidente Claudio Lotito sembra ancora solido ed il nuovo dirigente peloritano sta cercando di sfruttare fino in fondo questo canale preferenziale. Con queste premesse, i tifosi del Messina possono dormire sonni tranquilli e pregustare una pronta risalita in classifica, già concretizzatasi con il successo sul Savoia e l’aggancio alla zona permanenza, distante due punti fino a 48 ore fa.

Commenta su Facebook

commenti