Doppio Cicirello, il Sant’Agata espugna Castellammare e torna al successo esterno

Il Sant'Agata festeggia il successo di Castellammare

Una doppietta di Giorgio Cicirello consente al Sant’Agata di espugnare il “Matranga” di Castellammare per 2-0 e di tenere invariato il distacco dal Canicattì che occupa la seconda posizione e il margine sul Dattilo quarto. Zingales e compagni, in vista dello sprint finale, ritrovano il successo esterno che mancava da diverse settimane.

Giorgio Cicirello del Città Sant’Agata

La cronaca  – Mister Venuto, deve rinunciare agli squalificati Gatto e Conti squalificati, ma ritrova Tricamo che va a ricostituire la coppia centrale con Bontempo. In attacco, rispetto alle ultime uscite, dentro dall’inizio Lo Giudice e fuori Carioto. I biancoazzurri partono subito bene e al 6′ potrebbero passare. Bella percussione di Scaffidi che libera in area Saverino che dopo aver vinto un rimpallo da posizione ottimale calcia alto. Due minuti dopo ci prova Lo Giudice, la sua conclusione viene deviata in corner. Al 17′ è ancora Lo Giudice protagonista con un gran tiro dal limite che chiama al difficile intervento in tuffo Adragna. Con il passare dei minuti il Castellammare riesce ad allentare la morsa biancoazzurra, ma non impensierisce mai Ingrassia, anzi è il Sant’Agata al 38′ ad essere nuovamente pericoloso, questa volta con Biondo che, liberato in area da Cicirello, perde il tempo della battuta a rete e l’azione sfuma. Ad inizio ripresa si fanno vivi i padroni di casa con un tiro centrale di Messina bloccato senza difficoltà da Ingrassia.Al 48′ i biancoazzurri passano. Lo Giudice lavora un buon pallone sulla destra e poi lo mette sul palo più lontano dove irrompe Cicirello che al volo non lascia scampo ad Adragna. Nel corso del 57′ arriva il raddoppio. Biondo dalla linea di fondo lascia partire un cross sul quale interviene Alderuccio che a giudizio del direttore di gara tocca il pallone con un braccio e lo induce a concedere il penalty. Dopo le vibranti proteste dei locali sul punto di battuta si porta Cicirello che spiazza il portiere. Al 65′ il Sant’Agata potrebbe fare tris con Biondo che si presenta a tu per tu con Adragna ma calcia alto. Tre minuti dopo ancora proteste dei locali che reclamano un calcio di rigore per un presunto tocco di mani di Scaffidi, ma il direttore di gara in questo caso lascia correre. Al minuto 80 una spiazzata di Cicirello mette solo davanti al portiere Biondo, ma anche in questa circostanza la sua battuta sorvola la traversa. Nel corso del recupero arriva l’unica vera palla gol del Castellammare: il colpo di testa di Maltese viene disinnescato da un grosso intervento di Ingrassia.

Castellammare – Sant’Agata 0-2
Marcatori: 48′ Cicirello, 57′ Cicirello su rigore
Castellammare: Adragna, Di Giuseppe (52′ Norfo), Gerbino (82′ Miceli), Pizzolato, Alderuccio (Landa), Barone, Trapolino, Lentini (85 Mione), Maltese, Cardinale, Messina. All. Mione
Città di Sant’Agata: Ingrassia, Scaffidi, Zingales, Scolaro (86′ Carioto), Bontempo, Tricamo, Saverino, Piyuka, Cicirello, Lo Giudice (90 Genovese), Biondo. All. Venuto
Arbitro: Alfonso Aquilina di Agrigento. Assistenti: Girolamo Cefalù di Palermo e Alessandro Rallo di Marsala
Note – Ammoniti: Norfo, Pizzolato, Alderuccio, Mione, Cardinale, Scaffidi, Bontempo

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva