Dopo Donida il Messina sogna il peruviano Merino, il “Maradona delle Ande”

Roberto Merino con la divisa della Nocerina

Il suo nome era stato affiancato al Messina ad inizio gennaio ed adesso è tornato di attualità. Il 32enne centrocampista esterno Roberto Ramirez Merino, peruviano di Chiclayo, in possesso di passaporto spagnolo, resta infatti un obiettivo del direttore sportivo Danilo Pagni e del tecnico Gianluca Grassadonia.

Roberto Merino ai tempi della Salernitana

Roberto Merino ai tempi della Salernitana

Il fantasista vanta una sconfinata esperienza in giro per il mondo, tra Spagna (Malaga, Atletico Malagueño e Murcia), Svizzera (Servette), Grecia (Akratitos e Atromitos), Kuwait (Al-Nasr), Perù (Union Comercio, Juan Aurich e Club UTC) e Colombia (Deportes Tolima). In Italia due esperienze felicissime con Salernitana e Nocerina, tanto che i tifosi campani lo soprannominarono “Mago Merino”. Detto anche il “Maradona delle Ande” per la sua grande tecnica, ha collezionato 51 apparizioni con 10 reti in serie B (ben sette le marcature nel solo girone di ritorno a Nocera, tra gennaio e giugno 2012). 25 invece i gettoni in Prima Divisione, con altri tre gol tra granata e rossoneri. Con la Salernitana anche una rete con un incredibile tiro da oltre 40 metri contro l’Albinoleffe (correlato all’articolo il video che documenta quella prodezza).

Roberto Merino con la maglia della formazione peruviana del Juan Aurich

Roberto Merino con la maglia della formazione peruviana del Juan Aurich

Portato in Italia da Josè Alberti, ha cambiato altri due procuratori prima di affidarsi al fratello Ettore, che – intervistato da TuttoMercatoWeb – ha fatto il punto sulla trattativa: “Roberto ha ricevuto la proposta del Messina. Siamo ancora un po’ lontani per quanto riguarda l’aspetto economico, ma stiamo cercando di giungere a un punto d’incontro perché a mio fratello piacerebbe tornare a giocare in Italia”. La compagna di Merino è originaria infatti di Salerno e proprio in Campania l’estroso centrocampista esterno legò tantissimo con Grassadonia, fin da quando era tecnico della formazione “Primavera” granata e poi dopo la promozione dell’attuale allenatore in prima squadra. I due si fermavano spesso a parlare quando il peruviano si esercitava nel calciare le punizioni al termine delle sedute di allenamento.

Roberto Merino, qui in azione contro il Modena, realizzò 7 reti in B con la Nocerina

Roberto Merino, qui in azione contro il Modena, realizzò 7 reti in B con la Nocerina

Ad inizio gennaio il 32enne peruviano, conosciuto anche per il carattere esuberante, sembrava ormai ad un passo dalla firma con una formazione del massimo campionato greco, nel quale ha già militato per quattro anni, tra il 2005 ed il 2008, collezionando complessivamente 50 presenze, condite da 8 reti. Sfumata quella possibilità, torna d’attualità l’ipotesi Messina. Lo Monaco e Pagni hanno pianificato d’altronde tre operazioni in entrata, volte a completare una rosa ridotta adesso a diciannove unità, alle quali si stanno comunque aggiungendo con continuità cinque elementi della “Berretti” (Sciotto, Bellamacina, Scarbaci, Giove e Sciliberto).

Roberto Merino in azione con la maglia della Salernitana contro la Reggin

Roberto Merino in azione con la maglia della Salernitana contro la Reggin

Sembra ormai ad un passo in particolare la definizione dell’accordo con il 22enne terzino Nicolò Donida, in uscita dal Lecce. Originario di Cremona, vanta già 132 apparizioni tra i professionisti, principalmente con Pro Vercelli e Cuneo, con cui ha ottenuto la promozione in Prima Divisione. Laterale in grado di agire sia sulla fascia destra che sinistra, è stato adattato perfino come centrale di difesa. Il suo innesto consentirebbe di colmare le lacune originate dagli infortuni di Silvestri ed Enrico Pepe e dai mancanti ingaggi di Magliocchetti e Serpieri. Il direttore sportivo salentino Antonio Tesoro ai nostri microfoni ha preannunciato la fumata bianca: “La trattativa è ormai in fase avanzata. Ritengo che già nel corso della settimana prossima potrà trasferirsi a Messina. Anche Savona e Lumezzane si sono interessate al ragazzo, che però sembra preferire la città dello Stretto come sua nuova destinazione”.

Commenta su Facebook

commenti