Dolomiti Energia Trento, sfida pre-natalizia contro Capo d’Orlando

Dolomiti Trento

La Betaland, reduce da una sola vittoria in otto gare, arriverà mercoledì sera al PalaTrento dopo aver subito il quinto ko casalingo in fila: Jasaitis e Nicevic sono in dubbio.

Reduce da due sconfitte consecutive rimediate a cavallo tra Eurocup (104-91 a Bilbao) e Serie A Beko (87-77 a Cantù) la Dolomiti Energia Trentino (quarta a 16 punti) torna di scena mercoledì sera alle 20.30 al PalaTrento, dove in campionato ha vinto le ultime quattro partite disputate (battendo Pesaro, Varese, Torino e Bologna). Avversaria di giornata nel turno infrasettimanale pre-natalizio sarà la Betaland Capo d’Orlando (11esima a 8 punti), che dopo aver iniziato il campionato con tre vittorie in quattro partite, è incappata in un periodo nero portando a casa un solo successo su 8 gare (strappato a Torino), perdendo però tutti gli ultimi quattro match disputati.
IN VOLATA Particolarmente bruciante è stata soprattutto la sconfitta rimediata domenica al PalaFantozzi (la quinta in fila in casa) contro la Consultinvest Pesaro, dove dopo essere rientrata dal meno 15 con cui era andata all’intervallo lungo, la formazione allenata da coach Giulio Griccioli non è riuscita a capitalizzare la giornata di grande vena in attacco di Bowers (19 con 11 rimbalzi per un giocatore che viaggia a 10,9 e 5,7 di media in stagione) e Gianluca Basile (11 con 2/4 da 3), perdendo qualche pallone di troppo nei minuti finali e finendo per essere castigata dalla strepitosa performance di Austin Daye (28 punti e 16 rimbalzi).
ACCIACCHI A penalizzare Capo d’Orlando nella sconfitta subita domenica sono state certamente le assenze dell’ultimo minuto del lituano Simas Jasaitis e del croato Sandro Nicevic, entrambi fermati da problemi muscolari che ne metteranno in dubbio la presenza anche mercoledì sera al PalaTrento. Jasaitis in particolare, con i suoi 14,5 di media frutto soprattutto di percentuali stellari al tiro (40,5% da tre), e senz’altro una delle principali bocche da fuoco dell’attacco paladino, anche se pure l’esperto Nicevic (8,8 di media con 3,8 rimbalzi) non sta affatto demeritando in questa stagione. Per questo è ragionevole credere che lo staff medico dell’Orlandina farà il possibile per recuperarli in vista della trasferta in Trentino.

Diego Flaccadori (Trento)

Diego Flaccadori (Trento)

ESPLOSIONE Le vere e proprie armi in più della Betaland vincente delle prime giornate di campionato sono però stati i giovani di talento di cui Griccioli dispone sul perimetro, con Zoltan Perl (8,0 punti) e l’azzurrino Tommaso Laquintana (8,4 punti) letteralmente esplosi proprio in questa stagione. Sotto canestro le rotazioni siciliane sono invece state rese più profonde dalla grande fisicità del lungo Alex Oriakhi (8,4 punti e 7,3 rimbalzi)
I PRECEDENTI IN A Rivale di mille battaglie in LegaDue, Capo d’Orlando è stata affrontata, e battuta, per due volte dai bianconeri l’anno passato. Al PalaTrento il team di Buscaglia vinse la prima gara del 2015 per 90-73, andando poi a vincere in primavera in Sicilia per 67-68.
QUI TRENTO In casa Dolomiti Energia, nessun problema di formazione per coach Maurizio Buscaglia, che avrà a disposizione l’intero roster.

Commenta su Facebook

commenti