De Luca chiarisce: “Il limite trentennale fa riferimento ai lavori obbligatori”

Scattareggia, D'Arrigo, De Luca e CaminitiScattareggia, D'Arrigo, De Luca e Caminiti

Dopo l’interrogazione firmata da diciassette consiglieri comunali, non si è fatta attendere la replica del sindaco Cateno De Luca, degli assessori allo sport e al patrimonio Giuseppe Scattareggia e Francesco Caminiti e dell’esperto all’impiantistica Antonio D’Arrigo.

In un post sui social il primo cittadino ha chiarito che nel bando per la gestione dello stadio“sono stati mantenuti gli indirizzi condivisi e approvati dal consiglio comunale durante il c.d. “Salva Messina”, indicando quale tempo massimo per la richiesta di concessione del “Franco Scoglio” il limite temporale di 99 anni“.

"Franco Scoglio"

La tribuna del “Franco Scoglio”

De Luca ha precisato inoltre che “il limite dei 30 anni di concessione è relativo agli investimenti che l’operatore economico deve effettuare per i lavori obbligatori di manutenzione ordinaria, straordinaria e di adeguamento dello stadio alle specifiche norme esistenti in funzione della sua massima capienza, e al mantenimento degli stessi per tutta la durata della concessione”. Il bando prevede, infine, che “l’operatore economico a fronte di ulteriori investimenti per interventi migliorativi, possa richiedere ulteriori anni di concessione, fino ad un massimo complessivo di 99 anni”.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva