De Angelis: “Le motivazioni erano diverse. Il primo gol ha rovinato i nostri piani”

Il saluto tra le squadre

Già certo di un piazzamento nei playoff, il Cosenza è uscito sconfitto dalla sfida di Messina, interrompendo a due la striscia di vittorie consecutive. Non fa logicamente drammi il tecnico dei silani Stefano De Angelis: “La partita l’avevamo preparata in un altro modo, ma il gol subito ad inizio gara ha rovinato i nostri piani, anche perché il Messina ha la forza di difendersi con dieci giocatori dietro la linea della palla ed abbiamo fatto fatica a trovare i corridoi giusti”. 

Da Silva svetta in area rossoblù (foto Vincenzo Nicita Mauro )

“Nel secondo tempo non siamo riusciti a trovare il bandolo della matassa. Ci abbiamo provato, girando molto palla, forse talvolta troppo lentamente, ma sia per demeriti nostri che per bravura del Messina, una squadra tosta e ben messa in campo, era difficile trovare anche il minimo spiraglio per andare alla conclusione. Oggi, spiace dirlo – aggiunge l’allenatore rossoblù – ma le motivazioni hanno fatto la differenza, cosa che non dovrebbe mai accadere. Adesso dobbiamo rimboccarci le maniche, preparare bene l’ultima gara con il Foggia e poi pensare ai playoff“.

Dove può arrivare il Cosenza negli spareggi promozione con la nuova formula? “Vedremo, intanto dobbiamo lavorare bene sotto tutti i punti di vista, perché ai playoff certi errori non ce li potremo permettere, come delle ripartenze che abbiamo subito. Ci sono tante squadre attrezzate, tra 27 sarà difficile trovare la vincente. Dovremo intanto superare il primo turno in casa e poi vedremo chi affronteremo”.

Commenta su Facebook

commenti