D’Angelo: “Meritavamo il pari”. Montemurro: “Soddisfatto della prestazione”

L'allenatore dell'Andria Luca D'Angelo

La terza sconfitta stagionale è costata all’Andria la vetta della classifica. A far festa è stato il Messina, ma il tecnico dei pugliesi Luca D’Angelo ha poco da rimproverare ai suoi. Inevitabile partire dal penalty trasformato da Barraco, costato anche l’espulsione a Stendardo. “E’ stata una partita equilibrata per i primi 25′, fino a quando il Messina ha sbloccato il risultato con il rigore. Dopo avremmo meritato il pareggio, anche perchè Berardi è stato senza dubbio il migliore in campo dei nostri avversari. Abbiamo spinto, pur in inferiorità numerica, senza mai rischiare, ma non è andata bene. Non è facile giocare 60-70 minuti in dieci, però la squadra ha dato tutto, spinta da un pubblico che dobbiamo ringraziare e che ci ha applaudito anche alla fine della gara. Ho visto grande impegno contro un Messina difficile da affrontare. Il risultato di 0-1 va oltre i nostri demeriti”.

Paolo Montemurro, presidente dell'Andria

Paolo Montemurro, presidente dell’Andria

Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente Paolo Montemurro: “Abbiamo giocato una partita in 10 contro 11 ma di questo non si è davvero accorto nessuno. I ragazzi ce l’hanno messa tutta ed alla fine ci sono state delle situazioni che non ci hanno permesso di raggiungere il pareggio. Purtroppo è andata così. La squadra voleva pareggiare, in una fase c’è stato davvero un arrembaggio. Possiamo comunque ritenerci soddisfatti della prestazione, ovviamente non del risultato. L’occasione per un riscatto immediato si presenterà subito con il derby a Foggia. I ragazzi dimostreranno sul campo che questa sconfitta è solo un incidente di percorso”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti