Costantino: “Ottime risposte dai nostri giovani. Era giusto dargli spazio”

Costantino e CutuliIl tecnico Massimo Costantino e il fisioterapista Saro Cutuli (foto Familiari)

Non si fascia la testa il Fc Messina, che nel quarto match stagionale di Coppa Italia ha proposto un undici sperimentale, con ben sette under e appena tre conferme rispetto al match di domenica a Torre Annunziata (Marchetti, Fissore – poi espulso – e Melillo). Agli ottavi accede l’Acireale, che sfiderà adesso il Foggia.

Il tecnico peloritano Massimo Costantino non ha voluto rischiare altri titolari, anche in virtù degli infortuni che hanno già tenuto a lungo ai box Dambros, Alessandro Marchetti e Aladje: “È normale che abbiamo fatto delle scelte, giuste a mio avviso. Abbiamo dei ragazzi bravi e in questo momento abbiamo trovato la quadratura con i giovani che stanno giocando in campionato. La Coppa Italia era quindi l’occasione utile per molti per mettersi in mostra”.

Domenico Marchetti

Ad Acireale non è bastato il consueto agonismo di Domenico Marchetti (foto Il Cigno Art)

La qualificazione è rimasta peraltro un discorso aperto per almeno un’ora: “Abbiamo scelto questa formazione non perché volessimo sottovalutare la Coppa Italia. In undici contro undici abbiamo giocato alla pari, anche se i nostri avversari avevano in campo una formazione molto più esperta”.

Sensazioni positive sono arrivate da un esordiente e da elementi fin qui poco impiegati: “Sono ancora più contento delle risposte arrivate da molti ragazzi, come Camara, che era alla prima gara ufficiale della carriera, dopo il tesseramento formalizzato nelle scorse settimane. Anche Puleo e Santapaola, elementi del 2002 e del 2003, hanno preso parte alla gara. Ha fatto davvero bene anche il portiere Oliva. Si sono distinti per impegno e dedizione alla gara”.

Melillo

Melillo è uno dei tre over confermati da Costantino in Coppa (foto Il Cigno Art)

Domenica torna il campionato, con il terzo match ufficiale in appena otto giorni. Il Fc, nonostante alcune ottime prove, vede la zona playoff distante cinque lunghezze e l’Acireale secondo in classifica sei punti: “Sarà un’altra partita, diversa. Ci prepareremo bene. Attraversiamo un buon momento e sono certo che la squadra arriverà pronta all’appuntamento”. Contro la formazione di Pagana, tra le rivelazioni della stagione, servirà la gara perfetta.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva