Costantino: “Indicazioni positive. Ma dobbiamo lavorare, anche sul mercato”

Massimo CostantinoIl tecnico del Fc Messina Massimo Costantino

Esordio con vittoria per il neonato Fc Messina. Il tecnico Massimo Costantino, ai microfoni dell’ufficio stampa del club, può ritenersi soddisfatto per la prova di Palmi: “Vincere fa sempre piacere ed è importante iniziare bene. È stata la nostra prima vera partita, dopo tre amichevoli in cui eravamo senza tanti calciatori e in cui avevamo affrontato compagini di categoria inferiore, non allenate”.

Il successo non vale tre punti ma un’innegabile iniezione di fiducia: “Sono contento perché il gruppo ha dimostrato grande affiatamento. Quello che ho visto in allenamento l’ho constatato anche in campo. Abbiamo ottenuto indicazioni importanti, ma dobbiamo lavorare ancora tanto. Non aspettavo certo questa gara per esserne consapevole. È evidente che dobbiamo completare la squadra. Avere superato il turno ci dà l’opportunità di giocare un’altra gara ufficiale e prepararci bene alla prima giornata di campionato”.

Miele e Melillo

Miele ha preso il posto di Melillo. L’argentino ha subito un brutto colpo alla mandibola (foto Andrea Rosito)

Nella ripresa Melillo ha subito un duro colpo alla mandibola, per il quale si attende l’esito di alcuni accertamenti. Motivo per il quale il Fc si è ritrovato in campo con ben sei under nella ripresa: “È stato un test molto severo per i nostri giovani, che hanno risposto bene. Con l’uscita di Ezequiel avevamo soltanto cinque over in campo e quindi ci siamo ritrovati sul terreno di gioco con un undici molto giovane. Sono riuscito a vederli all’opera e sono abbastanza soddisfatto. Credo che quando saremo al completo potremo dare filo da torcere a tutti”.

Costantino non è stupido invece dalla sufficiente brillantezza fisica mostrata dai suoi: “In Sila siamo andati per lavorare e non per mangiare i funghi. Ma questo aspetto passa in secondo piano, perché ce lo aspettavamo. Sapevamo di avere una condizione discreta. Abbiamo trovato un avversario tosto, che ha venduto cara la pelle. Ma bisogna anche essere onesti: rispetto a noi la Palmese era indietro fisicamente. Aspettiamo il prossimo test adesso. Cercheremo di migliorare sia fisicamente che dal punto di vista tecnico-tattico”.

Commenta su Facebook

commenti