Costa d’Orlando in estasi. Il successo con Fabriano schiude le porte della B

Costa d'OrlandoPromozione Costa d'Orlando

Gli spareggi promozione di Montecatini regalano la gioia più grande nella giovane storia della Costa d’Orlando. La squadra paladina continua a portare in alto nella pallacanestro il nome della città di Capo d’Orlando centrando il salto di categoria in serie B dopo una stagione interminabile e vissuta sempre da protagonista come dimostra il primo posto in classifica ottenuto nel girone siciliano di serie C Silver.

In un caldo PalaTerme di Montecatini, i biancorossi di coach Giuseppe Condello staccano il primo pass promozione grazie ad una gara accorta e di personalità. La gara è finita 63-59 in favore dei siciliani che ottengono così il lasciapasssare per la Serie B col secondo successo in due giorni dopo quello colto venerdì con Battipaglia.

La gioia del play della Costa d’Orlando Antonio Fazio

Domenica la seconda chance di promozione tra la stessa Fabriano e la Polisportiva Battipagliese, team al momento entrambi sconfitti dalla Costa. La Costa invece raggiunge le al piano di sopra le altre siciliane Basket Barcellona, Sport Patti e Cefalù.

L’incontro comincia con ambedue le compagini che fanno breccia nella difesa avversaria quasi esclusivamente nel pitturato. Caronna e Bjegovic riescono a mettere in difficoltà i lunghi marchigiani, che rendono pan per focaccia nell’altra metà campo. Dopo 10’ ad armi pari, il primo parziale va in archivio sul punteggio di 11-14 per la Costa d’Orlando.

Il secondo quarto continua sulla stessa falsariga del primo. Bjegovic prosegue la sua buona serata mentre il tiro da fuori continua a non andar dentro né per i biancorossi né per Fabriano. Sul parquet c’è grande equilibrio e nessuna delle due squadre riesce a prendere il largo. Una delle rare bombe a bersaglio nel corso del primo tempo dà il 25-24 a Fabriano, costringendo coach Condello al time out. Il match si gioca comunque sui dettagli, all’intervallo è 31-30 per la Janus.

Nella ripresa i marchigiani prendono ritmo dall’arco, salendo sul 39-34 prima che Marinello trovi finalmente la retina dalla lunga. Fabriano prova ad allungare ma la Costa è dura a morire e tiene botta, trovando anche la parità con un appoggio del positivo Bjegovic prima che una tripla biancoblù chiuda il periodo sul 48-45.

L’ultimo parziale è senza esclusione di colpi. Fabriano si porta sul 57-53 ma due triple in back to back di Marinello e Mancasola lanciano sul 57-59 i paladini. Il break di 10-0 della Costa è concluso dalla bella penetrazione di Mancasola che regala il 57-63 ai siciliani. Nel finale Fabriano trova la forza solo di realizzare il 59-63 che è il punteggio con cui si conclude il match. La Costa d’Orlando vince e vola nel basket che conta, in Serie B per la prima volta nella sua giovane e già trionfante storia.

Un risultato straordinario per un gruppo di ragazzi formati per lo più da orlandini, per un grande allenatore come Giuseppe Condello e il suo staff tecnico, per una società, ottimamente capitanata dal presidente Mauro Giuffrè, che ha costruito un successo stupendo da vivere nel presente gettando anche le basi per un futuro radioso. Con la Costa in B, Capo d’Orlando entra di diritto nell’Olimpo della pallacanestro tricolore.

Janus Fabriano – Costa d’Orlando 59-63
Parziali: 11-14, 20-16, 17-15, 11-18.
Fabriano: Piloni 8, Bugionovo 12, Marini 14, Tarolis 10, Pandolfi 3, Cummings 4, Nedwick 6, Quercia 2, Giuseppetti, Fanesi. All. Aniello
Costa d’Orlando: Ferraretti, Marinello 10, Sgrò, Manfrè 4, Strati, Gambardella, Munastra 2, Antinori 2, Fazio 6, Caronna 12, Mancasola 11, Bjegovic 16. All. Condello

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva