Cosimini: “Abbiamo schierato un undici giovanissimo. Ripagati i sacrifici dei ragazzi”

Il mister degli Allievi Cosimini

La doppia rimonta con il quotato Frosinone è valsa la qualificazione alla Final Eight di Chianciano. Il tecnico della formazione Allievi del Messina Giuseppe Cosimini non può che celebrare la prova dei suoi giovani: “Siamo riusciti a ribaltare il risultato dell’andata, giocando alla grande, ma va detto che in terra laziale non meritavamo di subire quel passivo (1-3, ndc). Abbiamo interpretato le due gare alla stessa maniera. In questa seconda sfida ci sono stati degli errori difensivi, ma la squadra ce l’ha messa davvero tutta per vincere”.

Con gli allenamenti ospitati a Monforte ed in qualche occasione a Giammoro, per la nota penuria di strutture disponibili in città, non sono mancate le difficoltà: “Sono contentissimo soprattutto per i ragazzi: sono stati ripagati i sacrifici che hanno profuso nell’arco della stagione. Dal primo all’ultimo, tutti hanno dato il loro contributo e sinceramente non posso fare nomi di singoli: è stata la vittoria del gruppo”.

A confortare è soprattutto l’età media ridotta, anche al di là dei limiti imposti dai regolamenti: “In questa categoria avremmo dovuto schierare calciatori classe 1997, e l’aver giocato ogni domenica, specie nella fase finale, con cinque o sei ’98 è un aspetto importante per il campionato che verrà. La soddisfazione è quindi doppia. C’è un’ottima base e con una società forte alle spalle vi sono prospettive importanti”.

A questo punto l’appetito vien mangiando ed il gruppo affronterà la trasferta toscana con il morale a mille: “La Final Eight? Ricordo che con il Milazzo, con la stessa proprietà, abbiamo coronato un sogno. Ho detto ai ragazzi che ce la possiamo giocare con tutti, mantenendo questa concentrazione. Vorrei incontrare il Catanzaro, arrivato primo nel girone. Non ci riteniamo inferiori ai calabresi. Intanto siamo tra le prime otto d’Italia”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com