Coppa Italia, buona la prima per il Milazzo: Ancione mette ko il Terme Vigliatore

Ancione batte il portirre del Terme e regala il successo al Milazzo

Un gol di Ancione, dopo dieci minuti della ripresa, punisce il Terme Vigliatore e consente al Milazzo di porre una seria ipoteca sul passaggio al turno successivo di Coppa Italia. Si parte con un derby, infatti, per la compagine di Pasquale Ferrara, rinnovata rispetto alla scorsa annata in quasi tutti i suoi elementi. Fischietto acese per l’occasione affidato ad Angelo Gulisano, coadiuvato da Gerardo Calandra e Giuseppe Minutoli entrambi della sezione di Messina. In questo esordio stagionale, assenti Calabrese, D’anna e Triolo per i locali, lasciato precauzionalmente a riposo Caldore per la squadra del capo. Obiettivi diametralmente opposti per le due società, salvezza tranquilla per i giallorossoverdi, voglia di sorprendere per i mamertini.

Ancione prova ad andar via a due avversari

Passano 8 minuti per il primo sussulto, con Genovese che scheggia l’incrocio dei pali dai 30 metri. Quattro minuti più tardi è Longo a trovare i tempi giusti di inserimento, servito nello spazio da Serio, Barca in uscita bassa fa buona guardia. Comincia però a intravedersi la mano del tecnico barcellonese Ferrara negli schemi di gioco dei mamertini. Alla mezz’ora primo tiro in porta del Milazzo con Serio, che dopo aver saltato il giovane Laudani calcia in porta da posizione defilata. Al 35′ Bartuccio, in posizione di esterno sinistro, conclude un paio di metri a lato della porta di D’Amico. Si torna in campo nella ripresa, e dopo il primo tentativo centrale del solito Genovese, è il Milazzo a prendere in mano le redini del gioco. Al 52′ Serio, da corner, sfrutta la torre  di Russo e calcia al volo, ma è facile la presa del giovane Barca.

Un fase di attacco del Terme Vigliatore

Al 53′ Lentini va via sul binario mancino e lascia sul posto il diretto avversario Benenati, poi calcia in porta esaltando i riflessi di Barca, ma la respinta corta del portiere locale trova però pronto Riccardo Ancione che sigla il meritato vantaggio per il Milazzo. Due minuti più tardi, Ancione serve sul piatto d’argento a Garofalo il pallone del possibile raddoppio, il giovane 2001 però non è freddo e sciupa tutto. Il Terme all’ora di gioco prova a inventare qualcosa, con Laudani che invita in verticale Genovese, il capitano dei locali insacca ma a gioco fermo per la segnalazione del primo assistente Calandra.

Il tecnico del Milazzo, Pasquale Ferrara

Al 70′ è Chillari per il Terme che ci prova senza precisione da distanza siderale. Alla distanza è il Milazzo ad averne di più sul piano atletico e nel finale confeziona una serie di palle gol. L’ultima è sui piedi di La Piana che, a porta sguarnita, serve Lentini che però arriva in ritardo sulla sfera. Il Milazzo viola il Comunale Italia 90 di Terme, ma lascia ancora aperto il discorso qualificazione in vista del match di ritorno previsto per sabato 1 settembre al Marco Salmeri di Milazzo.

APWERD TERME VIGLIATORE – SSD 1937 MILAZZO 0-1
(53′ Ancione)
Terme Vigliatore: Barca, Laudani, Maisano, Chillari, Leo S.,Benenati, Bartuccio, Chiappone, Leo D., Genovese, Crifo.A disposizione: Foti, Chiofalo, Giunta, Puzone, Caliri, Torre, Ficara, Lanza. All. Cambria.
SSD 1937 Milazzo: D’Amico, Russo, Franchina, Garofalo (65′ Arena), Antonuccio (65′ Di Stefano) , Ardiri (85′ Caldore), Serio( 75′ Presti) , Gatto, Lentini, Ancione (71′ La Piana), Longo. A disposizione: Di Dio, Lo Verde, Giordano, Bucolo. All. Ferrara.
Arbitro: Angelo Gulisano di Acireale Assistente: Gerardo Sebastianella Calandra e Giuseppe Minutoli di Messina Recupero: 1′ pt, 5′ st.

Commenta su Facebook

commenti