Comune al lavoro per l’agibilità formale della Piscina Cappuccini: manca dal 1997!

Potrebbe essere risolta nei prossimi giorni la paradossale vicenda legata all’agibilità della Tribuna della Piscina Cappuccini, chiusa al pubblico ormai da due mesi. Il Dipartimento Sport del Comune ha predisposto infatti i relativi incartamenti dopo il grido d’allarme lanciato dalle società di nuoto e pallanuoto cittadine. A breve sarà fissata una riunione della Commissione comunale per i Pubblici Spettacoli, competente per le strutture la cui capienza non supera il migliaio di unità, mentre nel caso degli stadi le carte vengono trasmesse alla Commissione Prefettizia.

Già disposta la disputa di svariate gare a porte chiuse, compresa la gara dei play-off scudetto dell'A1 femminile di pallanuoto tra Messina ed Imperia

Già disposta la disputa di svariate gare a porte chiuse, compresa la gara dei play-off scudetto dell’A1 femminile di pallanuoto tra Messina ed Imperia

Ad originare la chiusura della tribuna è stata la mancata trasmissione di un documento che ne accertasse l’agibilità. Dopo l’avvento del nuovo Prefetto Stefano Trotta e soprattutto del Questore Giuseppe Cucchiara, è stata adottata una linea più restrittiva rispetto al recente passato. Una prassi che ad altre latitudini è probabilmente una consuetudine, mentre a Messina, anche nel caso di tanti palasport che ospitano le gare di pallacanestro e pallavolo, a livello formale non mancano le lacune.

L’ingegnere Orazio Scandurra, contattato telefonicamente, ha tenuto ad evidenziare che dal punto di vista strutturale non vi è alcuna difficoltà in essere per la Cappuccini e che la tenuta statica della tribuna non è mai stata messa in dubbio. Su questo fronte infatti la Questura non ha avanzato alcuna prescrizione.

Manca invece l’agibilità per pubblici spettacoli, della quale non sembra esserci traccia al Comune da oltre tre lustri. Basti pensare che l’ultima volta sarebbe stata rilasciata provvisoriamente per le Universiadi del 1997, ovvero 17 anni fa. Da allora nessuno avrebbe più richiesto una simile documentazione, anche perché alla Piscina Cappuccini non si è mai registrata una particolare affluenza di pubblico.

La vasca all'aperto della struttura gestita dalla WP Messina

La vasca all’aperto della struttura gestita dalla WP Messina

Per ciò che concerne infine i pannelli solari acquistati per circa 50.000 € dalla Waterpolo Messina per ammortizzare i costi legati alla fornitura elettrica ed accatastati ormai da quattro mesi all’ingresso della Piscina, il Dipartimento Sport fa sapere che possono essere regolarmente installati. La mancata agibilità formale della tribuna – assicura Scandurra – non è assolutamente ostativa all’effettiva collocazione.

Una buona notizia per la società, che si è già dotata di un dispositivo automatico che consente di filtrare il cloro. Il presidente Felice Genovese si era infatti impegnato con il Comune a fine 2012, al momento della aggiudicazione della gestione per sette anni della struttura, ad attuare un progetto migliorativo che prevedeva proprio l’installazione dei pannelli ed il trattamento delle acque.

A chiedere garanzie per la prosecuzione dell’attività sono anche la Polisportiva, l’Ossidiana, la Leones, il Cus Unime e la Federazione. In calendario importanti appuntamenti come il “Memorial Magazzù”, il “Piskeo”, il “Marino” ed il “Pizzi”, quattro attesi eventi che richiameranno numerosissimi appassionati, che però a questo punto potrebbero saltare o comunque essere disputati ancora una volta senza pubblico sugli spalti.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com