Cocuzza e Baccolo, ancora tutto fermo. Barisic e Russo rientrano al Catania

CocuzzaCocuzza calcia il penalty

Con otto calciatori già sotto contratto, il Messina è chiamato a muoversi sul mercato per ricostruire la sua rosa. Nessun dramma comunque, perché il mercato di Lega Pro, big a parte, non è affatto decollato ed entrerà nel vivo soltanto in questi giorni.

Baccolo

Baccolo si svincolerà dal Messina il prossimo 30 giugno (foto Giovanni Isolino)

Il tecnico Valerio Bertotto può ripartire dall’ossatura difensiva, considerati gli accordi pluriennali con il portiere Berardi e i difensori Burzigotti, De Vito, Ionut, Martinelli e Mileto. In mezzo invece potrà contare su Giorgione e Bramati, che ha siglato un biennale. C’è tanto da fare invece dalla cintola in su, anche se i contatti avviati con Tavares e Gustavo fanno ben sperare, anche se le rispettive trattative restano in salita.

Sul fronte delle eventuali conferme, nessun contatto con i procuratori del centrocampista Pietro Baccolo, che essendo in scadenza sta già valutando alcune destinazioni alternative, e dell’attaccante Totò Cocuzza, che confida ancora nella possibilità di prolungare la sua avventura in riva allo Stretto dopo l’infortunio che lo ha tenuto a lungo ai box.

Umberto Calaiò

Umberto Calaiò, fratello dell’ex giallorosso Emanuele, è il procuratore di Cocuzza

Sul punto è chiarissimo il suo agente Umberto Calaiò, fratello di Emanuele, protagonista a Messina nel 2002/2003: “Non ci sono ancora stati contatti, anche se abbiamo drizzato le antenne dopo che la società ha ufficializzato le nomine del ds Tosto e di Bertotto. Quella dell’ACR è una grande scelta. Il nuovo mister è una persona preparata, a modo, che ho avuto modo di conoscere anche perché Silvestri, un altro mio assistito, è stato convocato nella Rappresentativa di Lega Pro, che era allenata proprio da lui. Gli rivolgo un grande in bocca al lupo”.

Cocuzza e Silvestri, altro indimenticato ex giallorosso, hanno due situazioni contrattuali differenti: “Salvatore è in scadenza. Ha dato tanto nel passato, remoto e recente, per il Messina. Attendiamo una chiamata della proprietà per capire se vogliono prolungare o interrompere il rapporto in essere. Luigi ha ancora un anno di contratto a Siena, dove la situazione societaria non è però ancora chiarissima. C’è un arbitrato tra vecchia e nuova proprietà, anche lì valuteremo l’evolversi della situazione”.

Barisic

Lo sloveno Maks Barisic è rientrato al Catania, al pari di Giuseppe Russo

La punta palermitana, legata da una parentela con il grande Giorgio Corona, ha già messo in stand-by altre trattative, proprio in attesa di un eventuale ritorno di fiamma con il Messina. Tosto ha già chiarito che il club ripartirà da calciatori affamati, vogliosi di mettersi in discussione per la causa biancoscudata e quindi l’identikit sembra corrispondere proprio a quello di Cocuzza, da sempre particolarmente amato dalla tifoseria siciliana.

Per ciò che concerne altri elementi che hanno chiuso l’ultimo torneo in riva allo Stretto, va detto invece che il centrocampista Giuseppe Russo e l’attaccante Maks Barisic sono rientrati definitivamente al Catania, per fine prestito. Soltanto un’eventuale permanenza a Messina del neo ds etneo Christian Argurio avrebbe potuto consentire un prolungamento dell’avventura in giallorosso dello sloveno, autore di due reti nel corso dei cinque mesi trascorsi a Messina, contro Paganese e Martina. Per loro l’ACR è ormai alle spalle, come è già avvenuto per il centrocampista Giuseppe Fornito, che ripartirà invece dal Trapani, con il quale si è legato fino al 2019.

Commenta su Facebook

commenti