Il Città di Messina torna al successo. Barcellona battuto 2-1 in rimonta

L'esultanza del Città di Messina

Il Città di Messina riassapora il gusto della vittoria grazie alla grintosa prestazione sfoderata questo pomeriggio al Garden Sport. I giallorossi hanno superato in rimonta per 2-1 il Barcellona in una gara con un alto tasso di agonismo, diretta a fatica dal signor Severino di Catania. Sono gli ospiti a sbloccare il risultato per primi al 38′ con Puliafito. Al 47′ Ballarò sale in cattedra con una pennellata su calcio piazzato da posizione defilata ed al 75′ la squadra di Basile mette la freccia con Galletta.

Cronaca – Costretto a fare i conti con le numerose assenze, Basile propone un 4-3-1-2 che vede Maisano tra i pali, coppia centrale formata dai giovani Tiano e Scarfì mentre sulle fasce agiscono Mancuso e Ginagò. Sulla mediana la diga formata da Ballarò insieme a Alessandro e Giovanni Arena, quest’ultimo al rientro dopo due turni di stop. Qualche metro più avanti si sistema Arigò a supporto delle punte Codagnone e Galletta. Subito una chance per i padroni di casa, al 3′ malinteso in area tra Paratore e Russo, ma Codagnone non ne approfitta. Un minuto dopo risponde il Barcellona con un diagonale di Castagnolo che tuttavia non crea affanni a Maisano. Ritmi alti nella prima mezz’ora di gara, condizionata a tratti dal forte vento. Al 28′ Arigò alza bandiera bianca per un leggero stiramento, al suo posto entra Libro. Al 35′ Codagnone ha sui piedi il pallone del vantaggio ma dopo aver vinto il duello con Russo non riesce a trovare la giusta coordinazione e manda alle stelle. Passano soltanto tre minuti e gli ospiti trovano la rete: Agolli mette al centro dalla destra, Puliafito, lasciato completamente libero dalla difesa giallorossa, trafigge Maisano con un preciso colpo di testa.

Il gol subito dà la scossa a Tiano e compagni che nella ripresa entrano in campo con un altro spirito. Al 47′ il Città di Messina trova già il pareggio con una stupenda punizione di Ballarò che si insacca sotto l’incrocio. I padroni di casa continuano a spingere e al 55′ si vedono annullare il gol del vantaggio per fuorigioco di Galletta autore di un bel colpo di testa che aveva beffato Paratore. Al 62′ Ballarò prova a fare il bis con un calcio piazzato da posizione defilata come quello trasformata in rete venti minuti prima, questa volta Paratore si oppone in tuffo. Sulla respinta ci provano Giovanni Arena e Codagnone, ma senza risultati. Al 65′ ancora Ballarò pericoloso su punizione con una traiettoria che sfiora l’incrocio. Al 68′ si rivede il Barcellona con un’incornata di Alizzi che termina di poco fuori. Al 71′ giallorossi vicini al gol con una girata di Galletta, su cross dell’ottimo Libro, che meriterebbe più fortuna. Ma il vantaggio arriva al 75′ con lo stesso Galletta che prende palla dalle retrovie, fa a sportellate con la difesa avversaria e infila Paratore con chirurgico rasoterra. I ritmi si abbassano e il Città di Messina gestisce il meritato vantaggio senza problemi. Durante il recupero Codagnone cade male a terra dopo un contrasto e rimedia una brutta contusione alla spalla la cui entità andrà valutata nelle prossime ore. Il Città di Messina torna dunque a ruggire dopo due ko consecutivi e conquista un successo che funge da iniezione di fiducia per l’ultima parte di campionato. Nel prossimo turno i giallorossi faranno visita alla Jonica.

Il tabellino. Città di Messina – Barcellona 2-1
Marcatori: 38′ Puliafito (B), 47′ Ballarò (CdM), 75′ Galletta (CdM)
Città di Messina: Maisano, Mancuso (70′ Di Pietro), Ginagò, Giovanni Arena, Tiano, Scarfì, Alessandro Arena (86′ D’Alessandro), Ballarò, Codagnone, Arigò (28′ Libro), Galletta. Allenatore: Nello Basile
Barcellona: Paratore, Agolli, Giunta, Chillari, Sottile, Russo, Puliafito (58′ La Maestra), Chiappone, Piccolo, Castagnolo, Alizzi (70′ Di Salvo). Allenatore: Benedetto Granata
Arbitro: Federico Severino della sezione di Catania. Assistenti: Daniele Picciolo e Giulio Sorace, entrambi della sezione di Catania
Ammoniti: Giovanni Arena, Libro, Tiano, Codagnone (CdM), Castagnolo, Chiappone, Piccolo, Sottile, Russo, Di Salvo (B)
Recupero: 2′pt, 5′ st.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com