Il Città di Messina riconsegna il “Celeste” al Comune: soddisfatto Accorinti

stadio "Giovanni Celeste"Lo stadio "Giovanni Celeste" dopo i lavori effettuati dal Città di Messina nel 2013

Dopo la riconsegna anticipata al Comune dello stadio “Giovanni Celeste” da parte del Città di Messina, che lo ha gestito negli ultimi anni, il sindaco Renato Accorinti ha inviato una lettera al presidente Elio Conti Nibali. “L’attività della tua società – ha scritto Accorinti – ha un ruolo importante nei confronti dei giovani che, attraverso lo sport, imparano ad affrontare la vita e per questo meritate un particolare apprezzamento da parte mia e di tutta la città. Lo sport difatti svolge una funzione educativa imprescindibile, attivando nei giovani importanti valori quali servizio, responsabilità, solidarietà, partecipazione e amore per la vita”.

Il vice-presidente dell'ACR Messina Niki Patti ed il sindaco Renato Accorinti in conferenza stampa (foto Paolo Furrer)

Il vice-presidente dell’ACR Messina Niki Patti ed il sindaco Renato Accorinti in conferenza stampa (foto Paolo Furrer)

Accorinti ha rimarcato l’importanza degli interventi realizzati negli ultimi anni, dopo che lo stadio era stato letteralmente abbandonato a sè stesso dalle Amministrazioni Comunali, anche per via delle note difficoltà economiche dell’Ente: “La nostra città è anche riconoscente nei confronti della tua società per aver contribuito alla riapertura del “Giovanni Celeste”, con impegni economici anche di rilievo, e per la tua decisione, in un momento di particolare difficoltà dell’impiantistica sportiva cittadina, di venire incontro alle esigenze della città, riconsegnando anticipatamente l’impianto. Per quanto scritto – conclude il sindaco –mi impegno fin d’ora a far si che siano attuate tutte le procedure, affinché la tua società possa usufruire del “Celeste” per lo svolgimento delle partite interne del prossimo campionato”.

Il “Celeste” potrà adesso essere concesso all’ACR Messina, che intende sfruttarlo per gli allenamenti della prima squadra e per lo sviluppo del settore giovanile.

Commenta su Facebook

commenti