Città di Taormina a punteggio pieno: 3-1 al Ciclope Bronte con Famà e due autogol

L'esultanza al gol dell 1-3

Terzo successo consecutivo per il Città di Taormina che supera 3-1 il Ciclope Bronte e resta in testa alla classifica a punteggio pieno. Gara meno spettacolare rispetto alle due uscite precedenti, ma i ragazzi di Lu Vito sono stati bravi a reagire al rigore fallito da Puglia sullo 0-0 e a trovare il vantaggio allo scadere del primo tempo con l’autorete di Russo dopo il palo colpito da Famà. Nella ripresa lo stesso 9 taorminese raddoppia e, nel finale, Ruffini accorcia e Basile completa il tabellino deviando nella propria porta dopo il palo colpito da Aleo.

Prepartita: Lu Vito conferma la formazione di una settimana fa e propone solo la novità di Mauro Puglia in mezzo al campo al posto di Mannino. Tra i pali c’è Sanneh, in difesa Caltabiano (2002), Patanè, Parisi e Pantano; Quintoni e Castorina (2001) completano la mediana, mentre Sottile agisce alle spalle di Aleo e Famà. Prima panchina in stagione per Trovato e Ginagò.

La cronaca:
Primo tempo: All’8’ la prima emozione della gara, con una punizione di Scuto che Sanneh è bravo a deviare in corner. Città di Taormina che fatica a trovare sbocchi offensivi, anche perché il Ciclope Bronte si difende con linee molto strette: al 16’ Famà e impreciso di testa, seppur in precarie condizioni di equilibrio, mentre al 29’ Aleo non colpisce bene in rovesciata nel tentativo di sorprendere Palermo, uscito male. Ben più pericoloso al 31’ Famà che stacca col tempo giusto sul cross di Patanè, ma non inquadra la porta. Cinque minuti dopo Salanitri non arriva sul cross di Scafiti e al 41’ un cross di Quintoni è intercettato con le mani da Scuto. È rigore, ma Puglia angola troppo la conclusione e la palla si perde larga. Il Città di Taormina non molla, resta sul pezzo e, sul finire del tempo, Charlie Famà riceve da Patanè, sfrutta il buco di Basile, tocca di punta e supera Palermo: la sfera incoccia sul palo interno, ma Russo la devia oltre la linea. Un autogol premia un primo tempo non perfetto dei ragazzi di Lu Vito.

Lo 0-2 di Famà

Secondo tempo: Il Città di Taormina approccia meglio alla ripresa, Sottile crea due chance al 48’ e al 50’, ma non le concretizza e al 55’ Famà riceve da Aleo sul filo del fuorigioco e con un tocco morbido anticipa Palermo e sigla lo 0-2. Quinto gol in tre partite per il bomber taorminese e partita che appare in cassaforte. Trovato, in campo per Puglia, al 64’ non trova il tris per questione di centimetri e stessa sorte capita a Famà che riceve da Aleo pochi minuti dopo. Ritmi che si abbassano, il Città di Taormina si distrae e all’84’ Ruffini riapre il conto insaccando in rovesciata un cross da destra. Entra anche Tola per l’infortunato Patanè, il Città di Taormina controlla il finale con esperienza e colpisce al 92’ con Aleo che scavalca Palermo con un pallonetto e, dopo la deviazione del palo, esulta per l’autogol di Basile che chiude l’incontro sull’1-3.

Ciclope Bronte – Città di Taormina 1-3
Marcatori: 45′ pt aut. Russo, 10′ st Famà, 39′ st Ruffini (CB), 49′ st aut. Basile

Ciclope Bronte: Palermo, Ciraldo (46′ st Merito), Scafiti, Sottosanti (17′ st Martelli), Basile, Russo, Salanitri (38′ st Proto), Scuto, Ruffino, Musumeci (32′ st Lupo), Saitta. A disposizione: Sciacca, Lembo, Montagno, Allia. Allenatore: Gianluca Catania.

Città di Taormina: Sanneh, Caltabiano (1′ st Amante), Pantano (17′ st Ginagò), Puglia (14′ st Trovato), Patanè (41′ st Tola), Parisi, Castorina, Quintoni, Famà (32′ st Arigò), Sottile, Aleo. A disposizione: Nicolosi, Brunetto, Mannino, Napoli. Allenatore: Eugenio Lu Vito.

Arbitro: Marco La Paglia di Enna – Assistenti: Marco Chillè e Marino Rinaldi di Messina
Ammoniti: Caltabiano (CdT), Castorina (CdT), Russo (CB)
Corner: 2-4 – Recupero 2’ e 5’

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva