Città, Bombara: “Con Furnari ritrovato equilibrio. Crediamo nella salvezza”

BombaraCapitan Bombara imposta l'azione (foto Lorenzo Sarlo)

A quattro giornate dal termine del campionato, il destino del Città di Messina rimane ancora incerto. La salvezza diretta dista cinque lunghezze e i peloritani devono sperare in un miracolo per centrarla ma il gruppo ha ritrovato consapevolezza e voglia di giocarsela, anche attraverso l’eventuale appendice degli spareggi retrocessione.

Considerata la brutta piega che aveva preso la stagione alcune settimane fa, il successo ottenuto dopo due mesi di astinenza contro l’Acireale rappresenta comunque un buon viatico, anche nell’ottica della griglia playout. Un passaggio fondamentale sarà quello di domenica, quando i ragazzi di Furnari saranno ospiti della Turris, seconda forza del torneo a quota 61 punti.

Bombara

Bombara vince un contrasto (foto Marco Familiari)

Non sarà una gara facile, come conferma Domenico Bombara, capitano e uomo simbolo della squadra, apparso molto concentrato in vista della trasferta campana: “Per noi quella contro la Turris sarà una gara fondamentale. Sappiamo di trovarci davanti un’avversaria forte e proprio per questo vogliamo andare a fare punti in casa loro. Siamo stati capaci di riprenderci e il clima positivo all’interno dello spogliatoio non potrà che essere un vantaggio per noi. Non possiamo più sbagliare”.

Il difensore è tra gli elementi più esperti del gruppo, anche grazie ai 75 gettoni collezionati tra i professionisti, con le maglie di Paganese, Isola Liri, Pro Vasto e Fondi, quasi tutte in C, dopo l’esordio in massima serie con il Fc Messina.

Fragapane e Bombara

Fragapane e Bombara in azione (foto Lorenzo Sarlo)

Il difensore considera fondamentale il rientro del tecnico Giuseppe Furnari, che per tre settimane ha lasciato la panchina a Franco Viola: “La sua assenza si è sentita. Abbiamo vissuto una gestione diversa, a cui forse non eravamo abituati. L’identità del Città di Messina è stata creata da Furnari, da diverso tempo. Con lui in panchina abbiamo ritrovato il nostro equilibrio – ha aggiunto il centrale -, la motivazione e anche un pizzico di entusiasmo per affrontare al meglio il finale di stagione. Ci ha dato la carica giusta per sperare in qualcosa che sembrava impossibile”. 

E sull’obiettivo permanenza Bombara ha aggiunto: “La squadra deve raggiungerla, anche se la salvezza diretta è molto difficile da ottenere a quattro giornate dalla fine. La matematica ancora non ci condanna, ma toccherà a noi fare più punti possibili. Non è stato facile trovare una dimensione all’interno di questo campionato, la rosa è ricca di giovani e probabilmente qualche elemento di esperienza maggiore ci avrebbe dato una grossa mano”.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti