Il Città batte anche il Sant’Agata e conquista la vetta. Lo Giudice-Rasà, è 2-0

L'esultanza del Città di Messina dopo la vittoria con il Sant'Agata

Il Città di Messina fa bottino pieno, passando per 2-0 al “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando nello scontro diretto con il Città di Sant’Agata e si prende la vetta della classifica. Nel primo tempo Paterniti tiene a galla i giallorossi. Nella ripresa il neo-acquisto Lo Giudice sigla il vantaggio. A chiudere i conti ci pensa il ritrovato Rasà.

La cronaca. Sant’Agata pericoloso al 18′, quando Cicirello penetra in area dalla sinistra, salta Filistad e Leo, calciando debolmente con il destro. Appena 3′ dopo Isgrò arriva a tu per tu con l’estremo difensore ospite favorito da un rimpallo, cade in area nel contrasto con Leo ma per l’arbitro non c’è nulla e il gioco prosegue. Al 24′ ci prova anche il Città di Messina ma la conclusione di Quintoni dalla lunga distanza è facile preda di Inferrera. Sale la pressione dei padroni di casa, vicinissimi al vantaggio con la girata di Isgrò che sfiora il palo. Dopo sessanta secondi Scaffidi mette dentro per Bontempo che al momento di concludere trova la chiusura provvidenziale di Fragapane. Dal corner successivo altra clamorosa occasione per il Sant’Agata, ma Bontempo deve arrendersi al salvataggio con il piede di Paterniti. E’ il momento migliore della squadra di mister Bellinvia che ha ancora due occasioni nel primo tempo. Prima Isgrò calcia centralmente dalla distanza. Poco dopo Filistad serve involontariamente Mincica che a tu per tu con Paterniti si vede negata la gioia del possibile 1-0 dal prodigioso intervento dell’estremo difensore del Città. L’ultima emozione della prima frazione è targata Città di Messina con lo schema su calcio di punizione che libera Cardia al tiro mancino, sul fondo.

Nella ripresa è un Città di Messina diverso. Calcagno su calcio da fermo trova la deviazione in area di rigore di Privitera. Proteste per un possibile tocco con la mano del centrocampista ma il direttore di gara non interviene. Cardia ci prova ancora con il destro mandando a lato di poco. E’ il momento chiave della sfida. Furnari lancia nella mischia il nuovo acquisto Damiano Lo Giudice. Al 60′ Costa verticalizza sul neo entrato, ma un miracoloso Inferrera nega la gioia del gol all’ex Pistunina, sul rinvio corto arriva a botta sicura Rasà che calcia però su Bontempo. Sul corner seguente, Lo Giudice viene liberato al tiro dal limite dell’area e con il mancino batte Inferrera. E’ la rete che spezza l’equilibrio. Passano 8′ e il Città di Messina raddoppia. Calcio d’angolo di Calcagno, colpo di testa di Rasà, con Scurria che sbaglia in uscita: 2-0. La risposta del Sant’Agata è tutta nel tentativo centrale di Mincica. Mister Bellinvia viene poi allontanato per proteste. Nel finale è vano l’arrembaggio del Sant’Agata che spreca con Calafiore e Cicirello.

Città di Sant’Agata-Città di Messina 0-2
Citta’ di Santagata: Inferrera (65′ Scurria), Russo (75′ Franchina), Bontempo, Privitera, Scaffidi, Zingales, Lupo, Segreto (66′ Matera), Cicirello, Isgrò (75′ Calafiore). All. Santino Bellinvia
Città di Messina : Paterniti, Silvestri, Leo D. (77′ Di Stefano), Leo S., Filistad, Fragapane, Costa (90′ Ginagò), Calcagno, Rasà (73′ La Corte), Cardia, Quintoni (57′ Damiano). All. Giuseppe Furnari
Arbitro: Fabio Rosario Luongo di Napoli. Assistenti: Domenico Giuseppe La Monica (Palermo) e Alessio Cannizzaro (Palermo)
Marcatori: 61′ Lo Giudice, 69′ Rasà
Ammoniti: Mincica, Silvestri, Filistad, Costa, Rasà

Commenta su Facebook

commenti