Cicirello, tre gol in 22’ nel 3-1 al Castrovillari. Il Sant’Agata ora è quinto

Sant'AgataIl Sant'Agata celebra il nuovo successo casalingo

Seconda vittoria consecutiva per il Sant’Agata, che irrompe in piena zona play-off, ad appena un punto dal secondo posto, anche se il Lamezia deve recuperare la partita con la Mariglianese fanalino di coda. La formazione di mister Vanzetto domina il Castrovillari e, trascinata dal tris di un magistrale Cicirello, vince 3-1 una sfida indirizzata già dopo la prima mezzora. La classifica sorride: cresce il margine sulla zona play-out, adesso distante otto lunghezze. Il trio composto da Locri, Vibonese e il citato Lamezia ha invece soltanto un punto in più.

Sant'Agata

Per Cicirello la prima tripletta dopo cinque doppiette in D

Iniziano al meglio i locali, in vantaggio già al 9’ con il capitano, che raccoglie un tiro-cross di Calafiore e insacca il vantaggio. All’11’ è Bonfiglio sull’esterno sinistro ad eludere la difesa ma il portiere Leonardo Caruso, che conquistò la promozione in C con il Messina, respinge in corner. Al 13’ Squillace si invola sulla sinistra e con un rasoterra trova Scolaro, che sciupa da buona posizione. Il Castrovillari non c’è e Morleo sulla destra imperversa senza mezze misure, imbeccando Cicirello due volte nel giro di dieci minuti, propiziando altre due reti.

Il capitano prima raddoppia di testa e poi con il sinistro raccoglie una palla in mezzo all’area e piazza il tris, personale e di squadra. Per Cicirello, che aveva già firmato 22 reti e cinque doppiette in D, è la prima tripletta in quarta serie. Il primo squillo ospite al 34’, con il sinistro di Asllani che finisce agevolmente tra le braccia di Curtosi, poi in chiusura di tempo è sempre l’albanese dal limite dell’area a sfiorare il secondo palo con un tiro a giro che termina a lato di poco.

Sant'Agata

Il Sant’Agata celebra la tripletta di Cicirello

Il Castrovillari accorcia le distanze in avvio di ripresa, con un penalty trasformato da Cosenza, che spiazza Curtosi, dopo un fallo di Demoleon su Dorato. Il Sant’Agata risponde con un colpo di testa di Calafiore, che da corner trova l’imbeccata perfetta su cui Caruso devia sulla traversa. All’81’ è Bonfiglio a rischiare di riaprire la sfida, scheggiando la trasversa di esterno destro su cross dalla sinistra. Sul capovolgimento di fronte Iania in contropiede sfiora il poker, con la palla deviata provvidenzialmente da Moi all’ultimo istante. I locali possono comunque fare festa.

Sant’Agata – Castrovillari 3-1 
Marcatori: 9’, 21’ e 31’ pt Cicirello (S), 4’ st rig. Cosenza (C).
Sant’Agata (3-4-2-1): Curtosi; Casella, Demoleon, Napoli; Squillace, Calafiore, Scolaro, Morleo; Vitale, Bonfiglio (31’ st Iania); Cicirello (39’ st D’Aleo). A disp.: Quartarone, Mazzamuto, Raspaolo, Monteiro, Duli, Carrà, Maesano. All.: Vanzetto.
Castrovillari (4-3-3): L. Caruso; Brignola, Mirabelli, Aceto, Moi; Cosenza, S. Caruso (26’ st Bonofiglio), Asllani; Longo, Dorato, Trovato. A disp.: Golia, Visciglia, Loricchio, Pittari. All.: Pugliese.
Arbitro: Mitti di Savona.
Note – Ammoniti: Curtosi, Scolaro. Angoli 9-4. Recupero: pt 1’; st 4’.

Autori

+ posts

Classe 1992, è un Giornalista Pubblicista dal 2020. Ha curato e gestito in passato diversi blog, oltre che l'Area Comunicazione di alcune società sportive.

The following two tabs change content below.

Gabriele Ferruccio

Classe 1992, è un Giornalista Pubblicista dal 2020. Ha curato e gestito in passato diversi blog, oltre che l'Area Comunicazione di alcune società sportive.