Chiusura San Filippo, Accorinti convoca i tecnici del Comune a Palazzo Zanca

Lo Monaco ed AccorintiLo Monaco ha interrotto bruscamente ogni rapporto con il sindaco Renato Accorinti. Il dialogo è stato molto aspro anche con la città

Si attende una reazione ufficiale da parte del Comune e dell’ACR Messina dopo la clamorosa decisione della Commissione di Vigilanza. Di certo sia il sindaco Renato Accorinti che il patron Pietro Lo Monaco non possono digerire a cuor leggero un provvedimento che avrebbe gravi conseguenze e priverebbe la squadra del supporto del suo pubblico proprio nel giorno dell’atteso esordio casalingo in Lega Pro allo stadio San Filippo, contro la Lupa Roma.

Accorinti e l'assessore Sergio De Cola

Il sindaco Renato Accorinti e l’assessore Sergio De Cola

Il dispositivo di Questura e Prefettura è arrivato come un fulmine a ciel sereno nel primissimo pomeriggio. Grande il disappunto del primo cittadino, che ha già convocato per un faccia a faccia l’assessore Sergio De Cola ed i vari tecnici competenti: dal responsabile degli appalti comunali Antonio Amato, all’ingegnere Francesco Aiello del Dipartimento Manutenzioni Immobili Comunali, a Salvatore De Francesco del Dipartimento Sport, che insieme a Giovanni Ferlazzo, incaricato dal Comune di occuparsi del collaudo generale decennale, hanno preso parte alla riunione mattutina con la Commissione Prefettizia, al termine della quale è arrivata una fumata nerissima.

Al suo entourage Accorinti è apparso decisamente amareggiato, perché aveva preso un impegno in tal senso con la città ed i tifosi nei mesi scorsi, in occasione dell’annuncio dell’organizzazione dei concerti al San Filippo nell’estate del 2015, rinnovato poi nel corso della serata in cui è stata presentata ufficialmente la squadra al Monte di Pietà.

Le recinzioni metalliche e soprattutto la passerella che conduce al settore ospiti sono state oggetto di interventi

Le recinzioni metalliche e soprattutto la passerella che conduce al settore ospiti sono state oggetto di interventi

Obiettivo primario del primo cittadino individuare eventuali responsabilità in seno all’Amministrazione. Anche se non vi sono conferme ufficiali, non è escluso che il Comune possa anche adottare eventuali provvedimenti, se dovessero emergere palesi lacune. Costante il contatto con i vertici del club: in serata Accorinti e Lo Monaco potrebbero anche recarsi al Palazzo del Governo per un incontro con il Prefetto Stefano Trotta.

Difficile capire se esista ancora un margine o se Messina-Lupa Roma si disputerà davvero a porte chiuse: un’autentica beffa per gli abbonati ma anche per chi avrebbe acquistato un tagliando per seguire dal vivo l’attesa “prima” uscita casalinga del rinnovato ACR.

Di certo le mancanze relative all’impianto di illuminazione per un match che si disputerà alle 12:30 e la porta divisoria del parcheggio destinato agli ospiti, nonostante dovrebbero essere pochissimi i tifosi al seguito, alimentano l’amarezza. Ma dalla Commissione non è arrivata evidentemente alcuna deroga. Il vero nodo sembra essere legato invece al sistema di video-sorveglianza.

Commenta su Facebook

commenti