Catalano si sfoga: “Volevo rimanere a Messina, è un calcio senza meritocrazia”

Giovanni CatalanoGiovanni Catalano è stato tra gli elementi più positivi (foto Nino La Macchia)

L’attaccante Giovanni Catalano è stato tra i più positivi nella scorsa travagliata stagione dell’Acr Messina, ma non farà parte del nuovo corso nonostante i contatti con la società avvenuti negli ultimi giorni. L’ormai ex giocatore giallorosso ha affidato il suo pensiero ad un post pubblicato su Facebook, sfogandosi per la situazione: “Per questa maglia ho dato tutto me stesso e sono sicuro che chi è stato sempre presente lo ha visto. Dico subito e non me ne nascondo, che da parte mia c’era e c’è sempre stata la volontà di rimanere. Ma è dall’altra parte che è mancata questa volontà. Questo è il calcio di oggi, un calcio senza meritocrazia e senza valori, fatto solo di interessi e secondi fini, quindi un calcio che non mi compete a me. Detto ciò, dal momento che in tanti mi scrivete dove andrò e cosa farò, vi dico che aspetto un progetto sano, dove avrò stimoli e dove mi divertirò perché è questo che amo fare. Aspetto e vedrò cosa mi arriverà e che proposte mi possano dare questi stimoli”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti