Caserta: “Con il Messina gara sentita. Ringrazio Corona, un grande uomo”

Fabio Caserta in azione con la maglia della Juve Stabia

Con sei campionati di A alle spalle, tra Catania, Palermo, Lecce, Cesena e Atalanta, Fabio Caserta è il giocatore più rappresentativo della Juve Stabia. Dal gennaio 2012 ha sposato la causa delle “vespe” che, dopo la retrocessione in Lega Pro e la travagliata estate condizionata dalla querelle legata ai ripescaggi, hanno messo insieme ben quattordici punti in sette gare, collocandosi ad un punto dal duo di testa. Sabato al “Menti” il centrocampista, che ha spiccato il salto nel grande calcio dall’Igea Virtus, ritroverà da avversario Giorgio Corona, suo compagno a Catania nel torneo 2006-07. “Ringrazio Giorgio per gli apprezzamenti rivolti nei miei confronti. Le sue parole mi riempiono d’orgoglio. Dimostra sempre di essere un grande uomo, al di là del calciatore, ed ha fatto bene in tutte le squadre in cui è stato” ha detto al sito ufficiale della Juve Stabia.

Fabio Caserta in azione

Fabio Caserta in azione

Soffermandosi sul positivo avvio di stagione dei gialloblù Caserta avverte: “Fa piacere ritrovarsi in alto, specie dopo quanto accaduto nella scorsa annata. Vogliamo restarci fino alla fine, ma in questo momento non dobbiamo guardare la classifica. Occorre invece lavorare giorno dopo giorno, restando uniti e lottando. Siamo una squadra rivoluzionata, nella quale ciascuno sta dando il massimo, mettendosi a disposizione del mister. È da apprezzare il lavoro che la società ha svolto sul mercato, perchè ci sono dei giovani molto bravi, un fattore determinante anche in ottica futura”.

Originario di Melito Porto Salvo per lui la sfida con il Messina è di fatto come un derby:  “Personalmente è una gara molto sentita. Sarà una partita difficile, contro una squadra composta da ottimi giocatori. In casa nostra, però, vogliamo far rispettare il fattore campo”.

Commenta su Facebook

commenti