Carrello: “Felice di essere all’Igea con Furnari”. Per lui un provino a Verona

CarrelloCarrello, attaccante Igea, in posa con la maglia giallorossa

L’Igea batte un colpo e che colpo. La società guidata da Stefano Barresi si è infatti assicurata l’attaccante classe 1998 Antonino Carrello, detto “Ninni”, autentico trascinatore dell’Acquedolci, matricola terribile nella prima parte di questo campionato davvero anomalo. Che Barresi volesse garantire a mister Furnari un attaccante di livello era ormai chiaro. Sembrava fatta per l’ingaggio de “El Turco” Carlos Salom, che milita nel San Luca in serie D, ma non appena la società nebroidea ha reso noto che non si presenterà alla ripresa del campionato l’11 aprile i giallorossi non si sono lasciati sfuggire la grande occasione, pur non intaccando l’eccellente rapporto che c’è tra le due società.

Carrello

Ninni Carrello, attaccante ingaggiato dall’Igea

Carrello e l’Igea, a dire il vero, si erano già sfiorati in estate ma poi c’è stata la conferma in biancoverde dell’attaccante capace di realizzare 24 gol nello scorso torneo di Promozione, interrotto a causa dello scoppio della pandemia. Il salto di categoria, però, non è stato un problema per Carrello che è stato uno dei trascinatori dell’Acquedolci, matricola terribile alla prima esperienza in quinta serie. Furnari avrà adesso a disposizione una freccia importante nel proprio arco, anche se Giarre e Aci Sant’Antonio nel frattempo non sono rimaste a guardare.

In occasione della presentazione al “D’Alcontres”, Carello non ha nascosto tutta la propria emozione per questa grande opportunità: “Sono felicissimo di poter vestire una maglia così blasonata ed importante come quella dell’Igea. So di essere in una piazza molto calorosa ma allo stesso tempo esigente e di esser arrivato in una società che non ha mai nascosto le proprie ambizioni. Finalmente avrò il piacere di potere lavorare con mister Furnari, persona che stimo tantissimo e di poter entrare in un grande gruppo di uomini, oltre che di atleti, ragion per cui non vedo l’ora di tornare in campo, anche perché queste continue interruzioni, per noi giocatori, sia dal punto di vista fisico che mentale, sono davvero deleterie. Desidero infine  ringraziare tantissimo lo staff-tecnico dirigenziale dell’Igea, con in testa il presidente Barresi, che tanto mi ha voluto, per la fiducia riposta nel sottoscritto che ripagherò con sacrificio ed abnegazione in allenamento e in partita”. 

Carrello

Ninni Carrello in azione con la maglia del Sant’Agata

Il suo procuratore, Maurizio Casilli, ha spiegato peraltro che Carrello sosterrà anche un provino con la Virtus Verona, che milita in Lega Pro. “D’intesa con l’Igea, che lo ha appena presentato, il ragazzo, che calcisticamente e tecnicamente ha grandi prospettive, avrà l’opportunità di allenarsi e mettersi in mostra Veneto. Il club lo monitorerà per il futuro. Si tratta di una grande opportunità per un giovane che quattro anni fa era già finito nel mirino del Cosenza, con cui poi non si è accordato. Mi aspetto molto da lui”. 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva