Cardullo: “La priorità è la salvezza”. Nicolò: “L’1-0 ci sta stretto”

Una formazione titolare del Città di Messina (foto Omar Menolascina)

L’1-0 contro il Taormina targato Costa ha proiettato il Città di Messina in una posizione di classifica più tranquilla. Vittoria meritata quella conquistata dai peloritani che hanno però sprecato troppo in zona gol. Il direttore generale Giovanni Cardullo ha analizzato così la prova della squadra: “Nel primo tempo potevamo fare qualcosa in più, ci è mancato soltanto il guizzo per segnare qualche altro gol. Ho visto però buone trame di gioco, l’1-0 ci stava davvero stretto. La sfida andava certamente chiusa nella prima frazione. Nella ripresa abbiamo accusato un calo fisiologico, ma il Taormina non ha fatto grandissime cose. La nostra – prosegue – è una squadra composta da tanti giovani, con innesti che servono a garantire la giusta esperienza al gruppo. Schieriamo con un portiere ’98 e tanti esordienti nella categoria. Siamo stati sempre all’altezza con tutti, ma a volte, vedi Viagrande, abbiamo ottenuto meno di quanto meritassimo”.

Nel prossimo turno, a Vittoria, un severo banco di prova per il Città di Messina. “Faremo la nostra gara, rispettando l’avversario. I ragazzi ci stanno dando grosse soddisfazioni, seguendo i dettami di un allenatore giovane. La priorità resta la salvezza, quello che verrà dopo lo vedremo giornata dopo giornata. In questo torneo spiccano alcune squadre, come Siracusa, Vittoria e Milazzo, che hanno in rosa nomi di rilievo. Noi siamo consapevoli di aver molto da migliorare, ma siamo sulla buona strada e dobbiamo ancora recuperare una partita col Giarre”.

Costa in azione (foto Omar Menolascina)

Costa in azione (foto Omar Menolascina)

Sulla stessa lunghezza d’onda il difensore Davide Nicolò: “L’1-0 ci sta piuttosto stretto, ma siamo contenti di aver ottenuto tre punti fondamentali per approdare in una posizione di classifica tranquilla. Abbiamo sofferto un pò troppo, perchè potevamo sicuramente chiudere il discorso già nel primo tempo. Dal Taormina mi aspettavo, invece, qualcosa in più. Ha infatti un allenatore molto preparato. Siamo stati bravi noi, soprattutto all’inizio, approcciando bene al match e trovando subito il gol con Costa. L’importante era vincere, ci siamo riusciti ed in settimana potremo preparare bene la sfida con il Vittoria”.

Sul prossimo impegno e più in generale circa gli obiettivi stagionali Nicolò chiosa: “Sin qui siamo andati al di là delle aspettative iniziali. Abbiamo un ottimo allenatore ed una rosa competitiva, composta da ragazzi giovani, ma affidabili. La società non ci fa mancare nulla e affrontiamo le partite con la giusta voglia di vincere. Il Vittoria ? E’ la mia ex squadra. Si tratta di una piazza importante, nella quale il pubblico fa la differenza. Conosco molti dei calciatori attuali, ma dovremo solo puntare a giocare la nostra partita, andando lì senza paura, pronti ad affrontare un’altra battaglia. L’obiettivo stagionale del Città di Messina resta la salvezza, ma se dovesse arrivare qualcosa in più sarebbe ben accetto. Il sogno di agguantare i playoff è difficile da realizzare, ma vedremo più avanti dove saremo in grado di arrivare”.

Commenta su Facebook

commenti