“In Campo per la Solidarietà”, a vincere è la ricerca sulla distrofia muscolare

Si è conclusa con un buon successo la quarta edizione di “In Campo per la Solidarietà”, Il  torneo benefico organizzato da Messina nel Pallone, il portale che si occupa di cronache calcistiche locali. A trionfare sul terreno di gioco del Trocadero Sport Club di Grotte piazzandosi sul gradino più alto del podio, è stata l’associazione Esn-Erasmus Student Network Messina, battendo nell’ultimo atto del quadrangolare la Cassa mutua dipendenti del Comune di Messina (5-3). Nell’altra finalina i Giornalisti Messina sono riusciti a battere gli Amici di Edy (6-4).

Amici di Edy onlus

Lo stend de Gli Amici di Edy Onlus

Un’edizione che ha potuto contare sulla presenza di una madrina d’eccezione, vale a dire la campionessa olimpica Silvia Bosurgi, che dopo aver premiato i vincitori ha evidenziato come, proprio dal territorio, “possano nascere e svilupparsi momenti positivi e di grande raccoglimento come questo, in grado di dare tanto a chi è meno fortunato”. Come sempre accade quando si tratta di solidarietà a vincere non è mai uno solo. Raccolti quasi 500 euro devoluti all’associazione “Amici di Edy onlus”, che si occupa di raccogliere fondi per la ricerca sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker a supporto della “Parent Project onlus”, composta in ambito nazionale da genitori di bambini affetti da questa malattia genetica rara.

Sorrisi e tanta sensibilità tra coloro che hanno contribuito con entusiasmo. Tra i quali anche Torrefazione Caffè Sorrenti, Tecnocasa Promedia e Terra di Gesù onlus che hanno sostenuto l’iniziativa. Nel corso dell’evento benefico Mnp ha inoltre attribuito alcuni riconoscimenti ad atleti e società che si sono particolarmente contraddistinte nel 2016 per capacità e risultati sportivi. Cinque gli “Awards” consegnati. Tra i migliori giovani dell’anno è stato scelto Filippo Marchiafava della Jonica, perché quello che si sta per concludere può dirsi l’anno del suo definitivo lancio: trascinatore di Allievi e Juniores nella scorsa stagione sportiva, colleziona le prime apparizioni tra i grandi e mette a segno anche gol pesanti.

Bosurgi Rigano Trimarchi

Silvia Bpsurgi durante la manifestazione

L’ultimo riconoscimento arriva con la convocazione nelle Rappresentative Nazionali Under 18 e Under 17 della Lnd. È, invece, Domenico Caragliano l’allenatore emergente del 2016: al primo anno in panchina ha vinto i playoff di Prima categoria con il San Biagio e ora lotta per la salvezza in Promozione. Tra i progetti Settore giovanile è stato premiato il Città di Messina, che riesce a coniugare una grande attenzione per i tanti giovani del territorio e un’organizzazione di livello anche in ambito strutturale: il team manager Gaetano La Versa ha ricevuto la targa.

Bomber dell’anno è senza dubbio Antonio Cannavò, che ha segnato a raffica con la maglia dell’Igea Virtus trascinando i giallorossi in Serie D e sta continuando a fare benissimo con il Milazzo, sempre in Eccellenza: addirittura mettendo a segno 16 gol in 15 partite. E non può che essere l’Igea Virtus la squadra dell’anno: salto di categoria in quarta serie e finale di 2016 da capolista. Un progetto che si sta sviluppando con il coinvolgimento dell’intero centro tirrenico, grazie agli sforzi della proprietà, in testa il presidente Nino Grasso, ma anche e soprattutto grazie alla maestria in panchina di Peppe Raffaele. Il premio è stato ritirato dal suo vice Francesco Trimarchi.

 

 

Commenta su Facebook

commenti