Campionato Italiano: la Juventus guarda tutti dall’alto, prima gioia per la Lazio

Una fase di gioco di Chievo-Spal

La Juventus è da sola al comando del Campionato Italiano di calcio a 5, che, dopo la lunga sosta natalizia, ha proposto, sul sintetico del “Il Campetto” di viale Gazzi, una 15^ giornata scoppiettante, in linea con un torneo dall’elevato livello tecnico e spettacolare.

Nello scontro tra formazioni bianconere, la capolista ha superato in modo perentorio l’Udinese. Sugli scudi il bomber Capitti, salito al comando della classifica cannonieri con 51 centri, assieme a Orazio Stracuzzi della Ternana. Il Messina caro a Massimo Duca e Maurizio Pintaudi si è imposto sulla Ternana nel big match della settimana. Nell’altra sfida d’alta quota, Il Chievo ha avuto ragione della rimaneggiata Spal grazie alle realizzazioni di Lucchese, autore di una doppietta, Amodeo, Morabito, Fenghi e Cacciotto. Vittoria più sofferta del previsto per la Sampdoria, campione in carica, che ha piegato, soltanto nel recupero, la tenace resistenza del Carpi; la marcatura risolutiva porta la firma del portiere Fiumara.

Il Milan, rinvigorito dal rientro del bomber Ingemi, ha battuto di misura il mai domo Genoa. L’Inter si è aggiudicata, invece, il derby “lombardo” con l’Atalanta; assoluto protagonista della gara Mento, andato in doppia cifra (10 reti). Tutto facile per Benevento e Cagliari opposte rispettivamente a Fiorentina e Bologna. In queste due partite, spiccano le 7 marcature del “campano” Martinez e del “sardo” Ruggeri. I sei acuti di Bonanno hanno dato, invece, il là alla prima affermazione stagionale della Lazio di Tommaso Mondello, ottenuta contro il Brescia.

Il combattuto confronto Perugia-Cesena ha visto esultare i romagnoli, ma meritano applausi pure i biancorossi, che, nonostante la mancanza di un portiere di ruolo e del “cecchino” Impollomeni, hanno lottato con ardore su ogni pallone, rendendo il compito difficile ai loro rivali. Il Verona del talentuoso Andreacchio, sei volte a bersaglio, ha messo in cassaforte l’intera preziosa posta in palio contro il Napoli, privo di troppi elementi per poter mutare l’epilogo della sfida.

Il prossimo turno della regular season si aprirà, infine, domenica (ore 18) con l’incontro Verona-Cagliari, a seguire, nella stessa serata, Fiorentina-Messina, Chievo-Udinese, Brescia-Spal e Sampdoria-Napoli.

LE PARTITE

 

Commenta su Facebook

commenti