Campionato Italiano: Juventus e Ternana in vetta, bene Messina e Chievo

La giovanissima squadra del Carpi

La Juventus si è aggiudicata, prima della pausa natalizia, l’atteso scontro al vertice proposto dalla 14^ giornata dell’appassionante Campionato Italiano di calcio a 5. Sul sintetico de “Il Campetto” di viale Gazzi, la squadra del trio Erba-Bagnato-Segullo ha superato, infatti, in modo perentorio la Spal grazie alla cinquina di gol dello scatenato Capitti.

I bianconeri hanno fornito una prestazione da applausi anche perché erano soltanto in cinque a referto e con il “faro” Acacia infortunato, rimasto, però, stoicamente sul rettangolo di gioco. In testa alla classifica vi è anche la Ternana, che ha liquidato il Benevento, capitalizzando le invenzioni di Mormino e Beccaria. Salgono, intanto, le quotazioni del Messina caro a Massimiliano Duca e Maurizio Pintaudi, uscito vittorioso dalla sfida con la rimaneggiata Sampdoria. Grande protagonista del confronto Trovato, autore di reti di pregevole fattura. Bene pure il Milan, che, trascinato dalle magie di Scognamillo, ha imposto l’alt alla Fiorentina.

Il Napoli si è assicurato l’intera posta in palio nel match contro il Bologna di Peppe Finocchiaro; l’immarcabile partenopeo Suria è andata ben sette volte a bersaglio. E’ tornato a brindare il Cagliari dei fratelli Cacciotto, impostosi sul Cesena, che ha pagato a caro prezzo le troppe assenze. Il Brescia ha piegato la tenace resistenza del Perugia con i guizzi di Mento ed Aliquò. Il nuovo Carpi ha reso la vita difficile al Verona, cedendo soltanto nel finale alla maggiore esperienza dei rivali. Seconda affermazione di fila del Genoa di Lillo Villari, che ha avuto ragione, alla distanza, della combattiva Atalanta, sfruttando le prodezze del talentuoso Bruno. L’Inter dello scatenato Mento, autore di sei realizzazioni, ha superato la poco concreta Udinese. Completa il quadro il successo dell’ottimo Chievo ai danni della Lazio.

Orazio Stracuzzi è, infine, il nuovo super bomber del torneo con 50 centri, tallonato da Bottari della Spal (49). Seguono: Capitti (Juventus), Impollomeni (Perugia), entrambi a quota 45, Augliera del Bologna (40) e Suria del Napoli (39).

Commenta su Facebook

commenti