Camaro, sestina vincente ai danni del Città di San Filippo

Gioia Camaro (foto Isolino)

Neroverdi ancora travolgenti: terza gara nelle ultime quattro con sei gol all’attivo e quinto successo consecutivo. 1-6 il finale: tripletta per Brigandì, un gol ciascuno per Mondello, Cappello e Munafò. Padroni di casa in gol con Giovanni Cambria per il momentaneo 1-1. Si resta in vetta a +5 sulle inseguitrici.

Il Camaro dà seguito al proprio straordinario periodo di forma e si impone con autorità anche sul campo del San Filippo del Mela. La capolista resta imbatutta dopo dodici giornate (dieci successi e due pareggi), centra la quinta vittoria di fila e si conferma macchina da gol: per la terza volta nelle ultime quattro gare disputate i neroverdi segnano sei reti in una singola partita, portando a 38 il conto generale.
Seppur contro un avversario rimaneggiato, il Camaro entra in campo con la consueta determinazione, impone il proprio ritmo fin dall’avvio e sblocca il match al 7′ con Brigandì, ben lanciato nell’occasione da Munafò. La squadra di Furnari costruisce poi, senza sfruttarle a dovere, una innumerevole serie di palle-gol e viene beffata su punizione da Giovanni Cambria, che al 40′ sigla l’1-1. Passano un paio di minuti, però, e i neroverdi tornano in vantaggio con il penalty procurato da Calogero e realizzato da Mondello, all’ottavo centro stagionale. Stesso copione nella ripresa e seconda rete personale di Brigandì al 7′ su corner di Mondello. Il Camaro non si accontenta, continua a spingere e dilaga nel finale. Brigandì al 41′ realizza il gol della tripletta personale, la seconda nelle ultime tre giornate, che lo proietta a quota 10 gol in campionato. Al 44′ una “perla” del capitano Cappello vale l’1-5. Il sigillo finale è di Munafò dopo una bella azione personale. 1-6 il punteggio finale, neroverdi sempre in testa con 32 punti e 5 di vantaggio sul secondo posto.

Giuseppe Furnari

Giuseppe Furnari, allenatore del Camaro

LA CRONACA – Sul campo del Città di San Filippo del Mela, Furnari conferma dieci undicesimi della formazione che la scorsa settimana ha superato il Città di Messina: unica novità il ritorno tra i titolari del rientrante Bonamonte per l’infortunato Paludetti. Dunque è 4-3-3 con Sammatrice in porta; Cappello, Morabito, Ardiri e Mondello in difesa; Calogero, Munafò e Campo sulla mediana; Bonamonte, Brigandì e Princi in attacco.
Partenza lanciata dei neroverdi e subito una grossa chance per Brigandì al 4′: l’attaccante riceve da Bonamonte e si presenta davanti al portiere Scibilia, bravo in uscita a chiudergli lo specchio e ribatterne la conclusione. Un minuto più tardi il numero uno di casa blocca il tiro da fuori, potente ma centrale, di Bonamonte. Il match si sblocca al 7′: lancio in profondità di Munafò per Brigandì, che si invola verso la porta e deposita con freddezza la sfera alle spalle di Scibilia. Il Camaro, anche dopo aver trovato il vantaggio, continua a creare azioni pericolose a ripetizione e già al 10′ ci riprova Bonamonte dal limite: destro che si perde non di molto oltre la traversa. Al 14′ Princi va via a sinistra, entra in area e calcia da posizione defilata trovando l’opposizione di Scibilia, sulla respinta Bonamonte manda alto. Al 21′ punizione dal limite di Mondello, deviazione della barriera e palla ad un soffio dal palo. Sugli sviluppi del corner che segue, è lo stesso Mondello a tirare al volo da fuori ma senza centrare lo specchio. Al 22′, su cross di Mondello, è ancora Bonamonte a calciare di prima ma la sua “botta” si spegne sul fondo. Al 24′ tocca di nuovo a Mondello impegnare Scibilia, attento sul sinistro da fuori del numero 3 neroverde, che poi al 27′ serve un bel pallone a Campo, il cui colpo di testa da posizione favorevole è neutralizzato da Scibilia. Tra il 34′ e il 35′ ancora due occasioni per Bonamonte, che prima manda di poco a lato dopo una combinazione con Calogero e poi arriva con un istante di ritardo sotto porta sul cross di Cappello. Al 37′ tocca a Princi andare vicino al gol al termine di un’azione personale conclusa con un destro che sfiora la traversa. Il San Filippo effettua la sua prima conclusione al 39′ con Pitrone, che di sinistro dalla distanza non trova la porta. Al secondo tentativo, però, i padroni di casa fanno centro: la punizione dal limite di Giovanni Cambria scavalca la barriera e sorprende Sammatrice portando il punteggio sull’1-1. Il Camaro però non si abbatte, anzi torna immediatamente a spingere e già al 41′ Munafò mette in mezzo su punizione trovando una deviazione avversaria con il pallone che termina ad un soffio dal palo. Al 42′ ancora neroverdi in avanti e tiro di Calogero respinto con un braccio da Maiorana: per l’arbitro è calcio di rigore, dal dischetto Mondello si conferma specialista, spiazza il portiere e segna la sua ottava rete in campionato. Una chance per squadra prima dell’intervallo: Pitrone calcia con potenza ma senza precisione una punizione dalla distanza; dall’altra parte Brigandì, su assist di Princi, si vede ribattere il tiro da distanza ravvicinata.

Camaro con il piede sull’acceleratore anche nella ripresa e prima occasione dopo appena 20 secondi: Brigandì smarca in area Princi, sul cui destro violento Scibilia si salva coi piedi. Al 7′, dopo un tentativo di Cappello ribattuto in corner, arriva il terzo gol ospite: Mondello calcia dalla bandierina, Brigandì è ben appostato e non fallisce la deviazione vincente. Al 10′ Mondello trova la porta su punizione da destra ma Scibilia si tuffa e respinge. Sul corner seguente, battuto da Bonamonte, Munafò colpisce debolmente di testa favorendo l’intervento del portiere. Al 14′, su cross di Mondello, Bonamonte arriva puntuale all’appuntamento con il pallone, calcia di prima ma spedisce alto. Poco dopo è proprio Bonamonte a lasciare il posto a La Rocca per il primo cambio operato da Furnari. Al 20′ lampo del Città di San Filippo con Pitrone che lancia De Salvo, il cui tiro da posizione favorevole è però ribattuto da Ardiri. Al 26′ grande chance per Cappello, che manda alto a pochi passi dalla porta su corner di Mondello. Al 27′ dentro anche Visconti per Calogero. Al 33′, nel giro di un minuto, altre due parate belle di Scibilia, che prima devia sul palo il destro da fuori di Munafò e poi si oppone al tentativo ravvicinato di Morabito. Al 35′ finisce alto il colpo di testa di La Rocca su azione d’angolo. Al 37′ il Camaro completa i cambi con l’ingresso di Lauro al posto di Princi. I neroverdi dilagano nel finale e al 41′, su perfetto assist di La Rocca, Roberto Brigandì segna di testa il gol della tripletta personale, il decimo in campionato, addirittura il nono nelle ultime quattro gare. Al 44′ meravigliosa rete del capitano Cappello, che va via in slalom tra gli avversari e, nei pressi del limite dell’area, lascia partire un destro violentissimo mandando il pallone ad insaccarsi sotto l’incrocio dei pali. La rete del definitivo 1-6 arriva al 46′ e a firmarla è Munafò, bravo a perforare centralmente la difesa avversaria, presentarsi davanti a Scibilia e batterlo con un tiro angolato.

Il Camaro continua così a gonfie vele il proprio cammino in campionato, tocca quota 32 punti in classifica e mantiene il primo posto con un vantaggio di cinque punti sulla coppia di seconde composta da Città di Messina e Messana. Per la formazione di Furnari sabato prossimo impegno interno contro il Real Aci.

Roberto Brigandi, Daniele Morabito e Marco Paludetti

Roberto Brigandi, Daniele Morabito e Marco Paludetti

Il tabellino

Promozione, Girone C – 12ª giornata
Campo sportivo “Comunale” di San Filippo del Mela (Me), sabato 26 novembre 2016

Città di San Filippo del Mela – Camaro 1-6
Marcatori
: 7′ pt Brigandì (C), 40′ pt G. Cambria (SF), 43′ pt rig. Mondello (C), 7′ st e 41′ st Brigandì, 44′ st Cappello, 46′ st Munafò.

Città di San Filippo del Mela: Scibilia, Mamola, Le Donne, Costa, Maiorana, Irrera, G. Cambria, Maimone (33′ st Laureato), F. Cambria, Pitrone, De Salvo. Allenatore: Pietro Russo.

Camaro: Sammatrice, Cappello, Mondello, Munafò, Morabito, Ardiri, Bonamonte (16′ st La Rocca), Calogero (27′ st Visconti), Brigandì, Princi (37′ st Lauro), Campo. In panchina: Fiorito, Zappalà, Russo, Colucci. Allenatore: Giuseppe Furnari.

Arbitro: Ferdinando Emanuel Toro della sezione di Catania.
Assistenti: Gianfranco Alesci della sezione di Barcellona Pozzo di Gotto e Gerardo Calandra Sebastianella della sezione di Messina.

Ammoniti: 42′ pt Maiorana (SF), 9′ st Pitrone (SF), 18′ st Munafò (C).
Espulsi: nessuno.

Recupero: 1′ pt, 2′ st.

Commenta su Facebook

commenti