Il Camaro pareggia (1-1) con lo Scordia. Ancione su rigore risponde a Santangelo

Il Camaro fa 1-1 contro lo Scordia

Inizia con una pari e una prestazione più che confortante il cammino del Camaro nel campionato di Eccellenza. Contro una squadra di qualità e grande esperienza come lo Scordia, i ragazzi di Alacqua centrano un buon pari al termine di una gara ad elevato contenuto agonistico. Ai neroverdi va riconosciuto innanzitutto il merito di aver reagito con personalità all’immediato vantaggio ospite, maturato dopo appena tre minuti per via del diagonale di Santangelo che ha trafitto Mannino. L’1-1 già al 22′: sul cross di Mondello, Brigandì cerca il pallone di testa ed entra in contatto con D’Angelo, l’arbitro assegna il penalty che Ancione trasforma con precisione e freddezza.

La cronaca – Debutto ostico per il Camaro, chiamato a ricevere la visita di una formazione di spessore come lo Scordia. Alacqua non rischia dal primo minuto Assenzio, vittima di un problema alla spalla in settimana, e nel consueto 4-3-3 schiera Mannino in porta, Cappello, Morabito, Pettinato e Mondello in difesa, Zappalà, Ancione e Munafò a centrocampo, Princi, Brigandì e Sturniolo in attacco.

L’avvio neroverde è tutt’altro che positivo: Truglio trova il varco giusto per servire a sinistra Santangelo, che riceve in area e in diagonale batte Mannino per il vantaggio ospite. Il Camaro non si abbatte e resta concentrato, provando ben presto a riequilibrare il match. Il primo tentativo dei padroni di casa all’11’: Mondello su punizione da destra trova Pettinato sul secondo palo, il colpo di testa ravvicinato del difensore termina sul fondo ma l’azione era stata fermato per fuorigioco un attimo prima. Al 17′ Mondello lancia in profondità Brigandì, che entra in area da sinistra e crossa al centro per Velardi, anticipato da D’Angelo al momento della deviazione verso la porta. Al 22′ il pari neroverde: cross di Mondello da sinistra per Brigandì, che prova a colpire di testa ma va giù dopo un contatto con D’Angelo in piena area giudicato irregolare dal direttore di gara; dal dischetto va Ancione che trova l’angolino basso alla sinistra del portiere Valenti per l’1-1 e il primo gol del Camaro in campionato. Lo Scordia torna a farsi vivo dalle parti di Mannino al 25′ ma la punizione di Provenzano termina oltre la traversa. Nel finale di primo tempo viene di nuovo fuori il Camaro e al 38′ Brigandì, servito in verticale da Mondello, si gira bene in area sfuggendo a D’Angelo ma perde il tempo per calciare e la sfera sfila sul fondo. Un minuto più tardi è ancora il numero 9 di casa ad impensierire la retroguardia ospite: dopo un’azione di Princi sulla destra, palla in area per Brigandì che calcia di destro al volo ma non riesce ad imprimere al pallone la giusta potenza e Valenti può intervenire senza eccessive difficoltà. Si va al riposo sull’1-1.

Nella ripresa subito una buona chance per il Camaro, che usufruisce di una punizione dai 20 metri: sul pallone va lo specialista Ancione che non trova però la porta e manda alto. Al 13′ primo cambio per Alacqua, che inserisce Sturniolo per Princi. Lo Scordia va al tiro al 18′ ma Mannino blocca con sicurezza la conclusione dalla distanza di Zumbo. Seconda sostituzione tra i neroverdi al 19′: Bonamonte rileva Velardi. Al 21′ ancora una punizione per la formazione di casa: stavolta è Mondello a provarci sul tocco di Ancione ma colpisce male e Valenti fa suo il pallone senza difficoltà. Camaro in avanti anche al 26′: Bonamonte innesca Brigandì a sinistra, cross al centro per Sturniolo, anticipato dal puntuale intervento di Valenti. Alla mezzora brivido in area neroverde su azione d’angolo: Zumbo cerca il secondo palo, Sturniolo non riesce ad allontare e la sfera arriva a Russello, che batte a rete da centro area trovando la decisiva opposizione di Ancione e, subito dopo, quella di Mannino. Al 33′ dentro anche Paludetti per Brigandì e il nuovo entrato è subito tra i protagonisti dell’azione che più rammarico crea in casa Camaro: splendida giocata di Cappello che va via tra due uomini e imbecca proprio Paludetti, il cui tentativo ravvicinato è neutralizzato da Valenti in uscita, ma Cappello riconquista il pallone, si presenta davanti al portiere avversario, lo supera e viene steso, l’arbitro non interviene tra le proteste e l’incredulità dei padroni di casa, ma non è ancora finita perchè è di nuovo Paludetti a calciare da posizione defilata con la porta sguarnita ma il suo destro stavolta si spegne contro la parte esterna dell’incrocio dei pali. L’ultimo cambio tra i padroni di casa al 38′: Ardiri subentra a Munafò. Nel finale, al 45′, gli animi si surriscaldano e ne fa le spese il centrale ospite D’Angelo, espulso dopo avere rimediato la seconda ammonizione. L’ultima emozione in pieno recupero, al 47′: la velenosa punizione laterale di Zumbo è smanacciata da Mannino oltre la traversa. Il match si chiude con un pari giusto per quanto visto in campo. L’1-1 finale e la prestazione sfoderata al debutto dalla squadra di Alacqua possono essere archiviati con soddisfazione. Da martedì, alla ripresa degli allenamenti, si penserà al prossimo match, in programma sul difficile campo del Biancavilla.

Camaro – Città di Scordia 1-1
Marcatori: 3′ pt Santangelo (S), 22′ pt rig. Ancione (C).
Camaro: Mannino, Cappello, Mondello, Munafò (39′ st Ardiri), Pettinato, Morabito, Princi (13′ st Sturniolo), Zappalà, Brigandì (34′ st Paludetti), Ancione, Velardi (19′ st Bonamonte). In panchina: Giorgianni, Falcone, Assenzio, Allenatore: Antonio Alacqua
Città di Scordia: Valenti, Tarantino, D’Angelo, Russello, Provenzano (35′ st Nesticò), Zumbo, Truglio (21′ st Godino), Campagna, Santangelo (19′ st Di Marco), Gambino, Nassi (19′ pt Desi). In panchina: Pandolfo, Scardino, Tallotta, Allenatore: Andrea Pensabene.
Arbitro: Tonino Fiore della sezione di Paola.
Assistenti: Alessandro Gennuso e Davide Di Dio della sezione di Caltanissetta.
Ammoniti: 9′ pt Provenzano (S), 14′ pt Brigandì (C), 21′ pt D’Angelo (S), 29′ pt Tarantino (S), 32′ pt Velardi (C), 45′ st Ancione (C).
Espulsi: 45′ st D’Angelo (S) per doppia ammonizione.
Recupero: 2′ pt, 5′ st.

Commenta su Facebook

commenti