Camaro, la Juniores batte 5-1 il Catania San Pio X. Sfiderà il Parmonval in finale

CamaroLa formazione Juniores del Camaro è in finale regionale

Una grande prestazione, un’altra cinquina rifilata agli avversari (la terza in quattro gare di fase regionale) e l’accesso in finale per la seconda stagione consecutiva: la formazione Juniores del Camaro batte 5-1 in semifinale il Catania San Pio X e si regala la possibilità di riprovare a centrare quel prestigioso titolo sfuggito lo scorso anno. Al “San Giacomo” di Castiglione di Sicilia splendida la prova di Muscarà e compagni, che segnano ancora una volta cinque reti, colpendo anche tre legni, e si proiettano con autorità verso la finale, dove li attenderà la Parmonval, vincente nell’altra semifinale contro il Gattopardo.

La finale regionalesi disputerà martedì 7 maggio al “Comunale” di Ravanusa alle ore 16.30. In un reclamo il Catania San Pio X ha contestato la decisione del direttore di gara Angelo Gulisano di non consentire l’utilizzo di un calciatore in assenza del proprio documento d’identità, né il seguente riconoscimento dell’atleta tra primo e secondo tempo in quanto depennato dalla distinta consegnata all’arbitro. Il reclamo è già stato respinto e il risultato di 5-1 omologato, ma gli atti sono stati rimessi alla procura federale della Figc per gli opportuni accertamenti.

Lamin Sanneh

Il portiere Lamin Sanneh, estremo difensore della squadra Juniores (foto Federica De Francesco)

La cronaca. A Castiglione gara in equilibrio solo nel primo quarto d’ora: al 16′, al primo guizzo, il Camaro sfiora subito il gol ma è sfortunato perché Bonasera, bravo ad agganciare su cross di Spoto, calcia bene con il sinistro ma vede la sfera stamparsi sul palo; l’azione prosegue e D’Amico aggancia e calcia da centro area trovando la provvidenziale deviazione di un difensore nei pressi della linea di porta. Un minuto dopo neroverdi ancora vicini al vantaggio, stavolta con il mancino di Lembo, che sugli sviluppi di un corner calciato da Spoto centra la parte interna del palo. La squadra di Filippo Romeo insiste e al 19′ ci prova Spoto, ma il suo destro dai venticinque metri è alto di poco. Al 29′ sempre Spoto protagonista con un bel lancio in area per Bonasera, che può soltanto sfiorare ma con il movimento inganna il portiere ospite Viola, bravo e fortunato a deviare il pallone con il piede. L’estremo difensore del Catania San Pio X è provvidenziale anche un minuto più tardi, quando Bonasera si coordina bene per la volée mancina ma trova la respinta in tuffo di Viola. I catanesi si fanno vivi in avanti soltanto al 34′: punizione alta di Badje dai venticinque metri. Al 41′, invece, il Camaro trova il meritato 1-0: punizione di Bonasera dalla destra, spizzata di Lo Presti e tocco vincente sotto porta di Pantano, che apre il match come già accaduto contro il Giarre nei quarti di finale. Nel recupero del primo tempo, punizione di Marletta e facile intervento del portiere neroverde Sanneh, che blocca agevolmente. All’intervallo il Camaro conduce 1-0.

Giuseppe De Marco

Giuseppe De Marco celebra la rete con il Rocca di Caprileone (foto Federica De Francesco)

Nella ripresa sono ancora i neroverdi a prendere in mano le redini del gioco e per il raddoppio bisogna attendere appena quattro minuti: D’Amico ruba palla sulla trequarti, si invola verso la porta avversaria e supera il portiere con un bel tocco morbido a tu per tu. Il Camaro, galvanizzato dal raddoppio, continua a creare occasioni e al 5′ è Spoto a calciare alto al termine di una perfetta azione corale, iniziata con D’Amico a lanciare Bonasera, con quest’ultimo che a sua volta serve in area la palla al numero 7 del Camaro. Il feroce avvio di ripresa della squadra di Romeo produce all’8′ anche il tris: lancio per Costa, che di prima prolunga per D’Amico, freddo a calciare con il mancino e a insaccare firmando il 3-0 e la doppietta personale. Al quarto d’ora il San Pio prova a riaprire il match: su azione di corner, Patania cade in area e l’arbitro Gulisano della sezione di Acireale assegna un penalty che Badje trasforma nonostante Sanneh riesca a sfiorare il pallone. Sul 3-1 i catanesi ci credono e spingono, riprovandoci al 22′ con il tiro al volo ancora di Badje, alto. Ma il Camaro dimostra ancora tutto il proprio valore chiudendo definitivamente la contesa al 22′: lancio di Sanneh, Costa prolunga di testa e serve l’assist perfetto a Bonasera, che tutto solo sigla con freddezza il 4-1. Passa un minuto ed è cinquina neroverde: stavolta a segnare è Costa, che sfrutta al meglio la bella verticalizzazione di Bonasera e calcia sul primo palo di sinistro per il 5-1. Con quattro gol di vantaggio, il Camaro può amministrare, mentre il Catania San Pio X con orgoglio ci riprova al 27′ vedendosi annullare per offside il gol di Terrana, che sfrutta la respinta corta di Sanneh su tiro di Marletta ma è in posizione irregolare; al 33′ il portiere neroverde respinge con il petto sul piazzato centrale di Asero; al 43′ altra punizione, stavolta di Lo Re, e palla deviata in corner. Nel finale, dall’altra parte, ci prova Spoto ma il suo sinistro termina sul fondo, mentre al 46′ Giuseppe De Marco è sfortunato a centrare la traversa dopo un bello spunto personale sulla destra e un sinistro potente leggermente deviato da Rasà. Per la seconda volta in tre giorni a Castiglione di Sicilia, dopo la splendida prova degli Under 15 regionali contro la Jonia Calcio Riposto, al triplice fischio è il Camaro ad esultare per una vittoria fondamentale.

Antonino Costa

L’attaccante Antonino Costa ha completato la cinquina del Camaro (foto Giovanni Isolino)

Il tabellino. Camaro – Catania San Pio X 5-1
Marcatori: 41′ pt Pantano (C), 4′ st e 8′ st D’Amico (C), 15′ st rig. Badje (S), 22′ st Bonasera (C), 23′ st Costa (C).
Camaro: Sanneh (44′ st Forestieri), Morreale, Pantano (28′ st De Natale), Muscarà (24′ st Freni), Lembo, Lo Presti, Spoto, Capilli (36′ st Fugazzotto), D’Amico (19′ st Giu. De Marco), Bonasera, Costa. In panchina: Spaticchia, Gio. De Marco. Allenatore: Filippo Romeo.
Catania San Pio X: Viola (49′ st Bellocchi), Patania, Lo Re, Cavallaro, Petrina (34′ st Rasà), Marletta, Badje, Sgarlato (34′ st D. Petralia), Asero, Tavella, G. Petralia (16′ st Terrana). In panchina: Pasqualino, Di Mauro, Di Franco. Allenatore: Alfio Rubino.
Arbitro: Angelo Gulisano della sezione di Acireale.
Ammoniti: 20′ pt Lo Re (S), 32′ pt Pantano (C), 13′ st Capilli (C), 14′ st Fugazzotto (C), 21′ st Bonasera (C).
Recupero: 3′ pt, 5′ st.

Commenta su Facebook

commenti