Bortoli: “Gol e vittoria, felicità doppia. La maglia del derby l’ho già conservata”

Dopo il poker ed il primo gol al San Filippo una promessa da mantenere...

Se Ciciretti aveva già assaporato il clima da derby nei Roma-Lazio disputati a livello Primavera, Marco Bortoli aveva giocato tra le file del Milan le sfide giovanili contro l’Inter. E’ stato un Messina-Reggina indimenticabile per il centrocampista, titolare quasi a sorpresa. Suo il gol che ha fatto esplodere il San Filippo e spianato la strada ai giallorossi nel rotondo successo ai danni degli amaranto. Una prima volta, tra i professionisti, che non potrà mai scordare. “Davvero una grande emozione. Ero già contento di poter giocare dall’inizio il derby, una partita così sentita. Fare gol davanti a quella cornice di pubblico e con i miei genitori sugli spalti mi ha reso doppiamente felice. Era importante vincere e lo abbiamo fatto con un risultato netto”.

Una Curva pulsante di emozioni e giallorosso (foto Paolo Furrer)

Una Curva pulsante di emozioni (foto Paolo Furrer)

Fin qui non era riuscito a lasciare il segno, “macchiandosi” anche dell’espulsione rimediata nel corso della goleada subìta contro la Casertana. La gioia del gol lo ha ripagato dopo una prima parte di stagione complicata. “Ho visto lo scatto di Cane e quando Ciciretti ha preso palla mi sono inserito in area. Pensavo che Amato avrebbe tirato in porta ed io avrei potuto approfittare dell’eventuale respinta del portiere, invece mi ha visto con la coda dell’occhio, servendomi una gran palla. Se c’era fuorigioco ? Ho dato subito un’occhiata all’assistente, che ha non ha avuto esitazioni ad assegnare la rete. Segnare in una partita di questa importanza mi ha dato una grande carica. Avevo giocato poco e dopo il gol mi sono sfogato, colpendo la bandierina. Ho conservato la maglia indossata domenica, spero sia stato il primo centro di una lunga serie”.

Il selfie di Ciciretti, sotto la Curva Sud, sta facendo il giro del web. E nello scatto si nota anche il volto del giocatore scuola Milan… “Pensavo che si sarebbe fotografato da solo, come Totti, invece i compagni si sono messi accanto a lui e dunque mi sono avvicinato anch’io. E’ stata una bella domenica per tutti”.

L'esultanza per la rete di Bortoli che sblocca il match

L’esultanza per la rete di Bortoli che sblocca il match

Può essere iniziato dal derby un nuovo campionato per Marco Bortoli ? “Sono decisioni che spettano al mister, spetta a lui compiere le scelte di formazione. Noi giocatori dobbiamo farci trovare pronti. Nella scorsa stagione al Bassano ho giocato di più inizialmente, mentre nella seconda parte un pò meno. Ora devo trovare la continuità e pensare e a scendere in campo in più gare possibili. Nel nostro modulo tutti i centrocampisti si ritrovano al centro del gioco. Non c’è dunque un ruolo nel quale mi trovo meglio”.

Il pericolo è adesso l’eccessiva euforia post-derby, già pagata a caro prezzo all’andata. Anche perchè il calendario propone ora tre gare su quattro in trasferta. “Questo risultato ci dà fiducia, ne avevamo davvero bisogno per il morale ed a livello di classifica. Siamo contenti, ma sappiamo che da qui alla fine sarà molto dura. Nel girone di ritorno si gioca un campionato completamente diverso, in quanto tutte le squadre cercano di raggiungere il loro obiettivo. Ogni gara va affrontata con gli stimoli giusti come se fosse il derby e domenica andremo a Matera a sfidare una delle più forti. I lucani mi hanno impressionato molto all’andata e dovremo giocare con la massima convinzione. Nel nostro gruppo c’è grande affiatamento, i nuovi si sono integrati bene ed hanno portato un notevole contributo in termini di qualità”.

Commenta su Facebook

commenti