Biondo: “Crediamo in noi e vogliamo evitare i playout. Pronti per la Gelbison”

BiondoBiondo opera un rinvio (foto Giovanni Chillemi)

Il 19enne centrocampista Francesco Biondo ha collezionato fin qui nove presenze con la maglia del Sant’Agata. Questo il suo bilancio personale: “Ero partito bene, poi purtroppo l’infortunio mi ha costretto a fermarmi un mese e mezzo. Ho dovuto lavorare tanto per recuperare la forma ma adesso sto rientrando a regime. Stiamo lavorando bene col mister e lo staff, dando sempre il massimo per toglierci le nostre soddisfazioni”.

Biondo e Ficarrotta

Biondo in azione ad Acireale

La sosta forzata è arrivata dopo quattro risultati utili consecutivi. Alla ripresa i biancazzurri sfideranno la terza della classe: “Dispiace per la rimonta subita a Ragusa ma queste cose possono succedere e portare un punto a casa è sempre meglio di niente. Peccato fermarsi una volta preso il giusto ritmo, ma stiamo continuando a lavorare bene anche in allenamento e sono sicuro che la prossima contro la Gelbison arriveremo pronti. Sarà una gara combattuta perché stiamo lottando per il nostro obiettivo e faremo una grande gara”.

La lotta per la permanenza è serrata ma il cambio in panchina sembra essere coinciso con l’agognata svolta: “Dobbiamo cercare di rimanere avanti in classifica a Castrovillari, Roccella e Marina di Ragusa, perché sono squadre da non sottovalutare. Vogliamo salvarci evitando i playout, a livello personale rimango umile ma punto ad arrivare il più in alto possibile. Il cambio dello staff tecnico con l’arrivo di Giampà ha permesso di creare un gruppo e uno spogliatoio che inizialmente mancava, dandoci consapevolezza dei nostri mezzi”.

Sant'Agata

Il Sant’Agata celebra il successo con l’Acireale

Tra le concorrenti soltanto il fanalino di coda sembra avere accumulato troppo ritardo: “Il Roccella secondo me è stato svantaggiato dal fatto di dover recuperare in poco tempo tante partite, ma l’organico non è da prendere sottogamba perché molti calciatori hanno qualità. La stracittadina di Messina sarà decisiva per la promozione tra le due candidate naturali a vincere il torneo e per me l’Acr è favorita, pur considerando il recupero da sostenere per l’Fc“.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva